23 Abitudini Pratiche per una vita Produttiva e senza Stress

Le abitudini sono un tema molto importante, perché sono le azioni che riflettono i nostri pensieri e le nostre credenze.

Avere buone abitudini alimentari, di benessere o nel lavoro, possono fare la differenza concreta nella nostra vita.

Ecco perché in questo articolo desidero presentarti 23 abitudini pratiche che puoi decidere di adottare fin da subito.

Se vuoi saperne di più sul potere delle abitudini ti consiglio di leggere questi 2 libri:

Per quanto riguarda lo stress, spero di non deluderti, ma sappi che non esiste una vita priva di stress. Tuttavia non tutto lo stress è negativo e possiamo imparare a sfruttarlo per avere una vita sana e produttiva.

Capirai meglio in seguito.

Ora è tempo di iniziare questa lista di 23 buone abitudini pratiche per una vita produttiva e senza stress.

“Le cattive abitudini partono lentamente e gradualmente e molto prima che tu realizzi di possedere un’abitudine, è l’abitudine che ti possiede.”

– Anonimo

Tabella dei Contenuti

1. La vita è sofferenza

La vita è sofferenza - Buddha - Abitudini pratiche

Fu lo stesso Buddha, con la formulazione delle 4 nobili verità a riverlarci proprio che la vita, in fondo, è sofferenza

Un “dolore” o sofferenza che però non trova la colpa nel “mondo”, nel fato o a causa di una punizione divina. 

Ma non è neanche un caso. 

Noi siamo l’origine della nostra stessa sofferenza! 

Esatto, perché questa nasce dentro di noi, dalla “ricerca della felicità” (fuori) in ciò che è transitorio, spinti dalla sete, o dalla brama.

“Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza.”

– Buddha

La soluzione che propone Buddha per sperimentare l’emancipazione dal dolore è seguire un percorso spirituale, chiamato il: Nobile Ottuplice Sentiero.

Cosa possiamo imparare noi e, quanto meno, iniziare ad alleviare questa sofferenza?

Dobbiamo iniziare a praticare l’accettazione.

Non dobbiamo quindi far finta che lo stress e il dolore non esistano, ma che siano una componente naturale della vita. 

Accettarlo è il primo passo fondamentale per iniziare a conviverci!

P.S.: Questo ovviamente non esclude il consiglio di intraprendere un proprio percorso spirituale! 😉

Io ho avuto una formazione cristiana/cattolica, ma più volte ho messo in discussione quanto mi veniva detto, preferendo intraprendere una mia ricerca.

Un primo passo verso quella direzione è stato scoprire la Legge di Attrazione e quindi poi tutte le 7 Leggi Universali, scavando ulteriormente nelle Tavole di Thoth.

Prova anche tu cliccando nei link qui sopra, magari troverai informazioni che potranno suggerirti la direzione del prossimo passo per la tua ricerca Spirituale!

Un libro recente che mi ha aperto davvero la mente (un libro che lo stesso Steve Jobs regalava a tutti i suoi dipendenti) è: Autobiografia di uno Yogi.

A prescindere da quello in cui credi, se vuoi crescere spiritualmente questo libro è quello che stai cercando!

2. Imposta tu la difficoltà

Immagina la vita come un videogioco, in alcuni di questi prima di iniziare ti viene richiesto di scegliere con quale modalità di difficoltà iniziare: facile, medio, esperto, super-avanzato.

In altri giochi invece, sta a te accumulare abbastanza esperienza che ti permetta di salire di livello e quindi progredire in maniera “naturale” verso i livelli o le missioni successive e più impegnative.

Questo serve per dire che sei tu a scegliere il livello a cui vuoi giocare.

Sai già che alcuni saranno più difficili di altri e per superarli dovrai preparare e potenziare al massimo il tuo personaggio.

Osserva le tue caratteristiche e le tue qualità (o valori) e trova il luogo più adatto a te dove puoi esprimere il tuo massimo potenziale

Se sei alto 2 metri e 30, potresti essere geneticamente più portato per sport come il basket.

Sfrutta le tue qualità di base, riscopri i tuoi talenti naturali e trova il tuo ambiente ideale! Questo attenuerà lo stress e la pressione esterno, perché ti sentirai più a tuo agio nel tuo “elemento”.

3. Impara a reagire in maniera positiva

“La vita è per il 10% ciò che ti accade e per il 90% come reagisci.”

– Charles Rozell Swindoll

Non importa quanto possa sembrare terribile e stressante la situazione, puoi sempre interpretarla diversamente, magari in qualcosa che ti si addice meglio, ma che sia sicuramente più positiva.

Ad esempio: puoi avere una probabilità del 90% di sopravvivere all’operazione o una probabilità del 10% di morire durante l’operazione. 

La scelta è solo tua.

Adotta un atteggiamento positivo alla vita.

4. Non discutere con gli sconosciuti

Non importa quale sia il dibattito, dal cambiamento climatico alla politica di genere al movimento dei terra-piattisti, prima o poi potresti affrontare qualcuno che ha profondi disaccordi con te. 

E penserai (ingenuamente) che citando fatti dimostrabili, ricerche scientifiche, dati e quant’altro potresti riuscire a far ragionare l’altra persona.

Ma questo è il momento in cui prende il sopravvento un fenomeno psicologico chiamato “effetto di ritorno di fiamma“. 

Ovvero, non appena fornisci in modo eloquente i dati necessari per cambiare le convinzioni dell’altra persona, in realtà gliele stai rafforzando.

La persona quindi, è ancora più convinta di aver ragione tirando fuori qualche assurdo complotto. Questo vi spinge con maggiore forza in direzioni opposte, eliminando qualsiasi speranza per trovare un punto in comune.

Cosa succederà quindi?

Stress (negativo) gratis a volontà, vi sentirete entrambi frustrati e il dibattito si trasformerà presto in un: “Io ho ragione, tu hai torto”.

In alcuni casi, purtroppo, subentra anche la violenza, ma questa è un atto dettato dall’ignoranza, in quanto una volta che vengono finite le parole e ci si sente messi all’angolo, l’unico modo per difendere la propria posizione sarà “usando le mani”.

Davvero vuoi arrivare a questo punto?

Sono il primo a incentivare il dialogo e il confronto in quanto sono strumenti meravigliosi di condivisione e di crescita, ma questi devono essere positivi e costruttivi, altrimenti è meglio stare zitti e andare per la propria strada.

Questo è quello che cerco di promuovere sul mio Gruppo Privato, dove si riuniscono migliaia di Esploratori ed Esploratrici e si possono creare dibattiti costruttivi inerenti al percorso di Crescita.

5. Non discutere con estranei... sui Social media

Proteggi il tuo umore, resta in uno stato d’animo positivo, creativo e libero dallo stress con una bella “dieta digitale”.

Comprendi che ci sarà sempre qualcuno che avrà qualcosa di cattivo da dire, che dovrà per forza esprimere giudizi negativi, criticare e puntualizzare i difetti, probabilmente come riflesso della loro bassissima autostima (ricorda che, chi deve “distruggere” gli altri per elevarsi è perché ha grossi problemi personali riguardo alla propria autostima).

Rispondendogli, rischieresti solo di abbassare la tua energia. Va bene ed è giustissimo difendere la propria posizione e le proprie idee, ma fallo sempre con classe ed eleganza, dimostrando anche la tua umiltà.

C’è sempre da imparare, ma non per questo dobbiamo accogliere tutta l’energia negativa che la gente vomita dalla propria inferiorità e frustrazione.

Non sprecare il tuo tempo, vale molto di più di così!

Chissà, magari riusciremo a interrompere, o anche solo a limitare, la catena di odio dei cosiddetti “leoni da tastiera” e del “cyber bullismo”.

Queste persone vogliono sentirsi importanti, non fate il loro gioco, ignorateli e se diventano “pesanti”, segnalateli o denunciateli. 

Diffondiamo il buon senso!

6. Abbandonare la Mentalità da Vittima

La mentalità da vittima è tipica di tutte quelle persone che desiderano richiamare l’attenzione degli altri puntualizzando, sempre e in maniera estenuante quanto siano sfortunati e che succedono tutte a loro. 

Se tu stai male, loro stanno peggio… Sempre!

La mentalità da vittima si sviluppa nel tempo, quando perdiamo la nostra Autostima e cerchiamo di attirare l’attenzione di un “salvatore” su di noi. Qualcuno, magari, su cui scaricare la responsabilità delle nostre scelte, delle nostre azioni e della nostra vita.

Perché è sempre molto facile incolpare gli altri, ma ci vuole una grande maturità per riconoscere che la vita è una nostra responsabilità e che se siamo infelici spetta a noi e solo a noi alzare il c*lo e FARE qualcosa a riguardo!

Non sarà facile, ma ti assicuro che NULLA migliorerà continuando a lamentarsi!

Cosa fare quindi?

Sviluppa una Mentalità di Crescita e inizia un percorso per costruire la tua Autostima!

Lamentandoti, allontani le persone positive dalla tua vita e ne attrai altre negative che non ti aiuteranno mai davvero!

Se vuoi vivere una vita felice, diminuendo lo stress e il tuo senso di frustrazione, abbandona subito la mentalità della vittima.

Magicamente, la tua vita comincerà a migliorare molto velocemente! 😉

7. Allontana le persone negative dalla tua vita

Jim Rohn disse che siamo la media delle 5 persone che frequentiamo di più nella nostra vita

Se sei tu quella persona che continua a lamentarsi di tutto, a trovare solo problemi e mai soluzioni… davvero continueresti a frequentarti?

Ci sono casi ovviamente in cui non puoi allontanarti da queste persone che diventano dei veri e propri POLI di NEGATIVITÀ, ma puoi sempre scegliere di bilanciare trascorrendo tempo con persone positive e costruttive che ti sappiano motivare e spronare.

Non ne conosci?

Inizia frequentando corsi, gruppi, sport che ti piacciono. Segui le tue passioni, troverai persone più simili a te.

Un ottimo “tavolino virtuale” dove trascorrere tempo piacevole, conoscere belle persone e ricaricare le energie è il gruppo di Esplorativamente.

8. Camminare e meditare

Camminare e meditare - buone abitudini pratiche

Un ottimo modo per aumentare la produttività e diminuire lo stress è muoversi fisicamente

Lo stesso Steve Jobs, per risolvere problemi ricorrendo alla sua sviluppata creatività, era solito abbandonarsi a lunghissime passeggiate.

Inizia anche tu questa stupenda abitudine! 

Fai una piccola passeggiata di 20-30 minuti per schiarirti le idee e tornare al lavoro riposato.

Quando stavo scrivendo questo articolo, ho fatto la stessa cosa. 

Ho anche la fortuna di avere un cane, quindi ne approfitto per portarlo un po’ fuori, così entrambi prendiamo una bella boccata d’aria.

La mia seconda grande fortuna è di abitare in un piccolo comune con tanto verde, a me questo aiuta molto per ricaricare le energie, ma anche nelle grandi città ci possono essere dei “luoghi energetici” che ti trasmettono sensazioni positive dove puoi ricaricare le tue energie!

Mentre cammini, prova a mettere in pratica la Meditazione Camminata e goditi i benefici.

Una volta che sono tornato nella mia stanza, ho finito l’articolo. 😉

9. Esercizio fisico

Gli studi hanno dimostrato più e più volte che l’esercizio fisico aiuta ad aumentare la produttività, riduce la tensione e lo stress, ti rende sano, migliora la memoria, riduce il rischio di depressione, aumenta la tua energia fisica e mentale, fornisce una maggiore autostima, regola i tuoi schemi di sonno e ti offre un ottimo meccanismo che ti fornisce una maggiore resilienza.

Da oggi devi quindi iscriverti in palestra, scaricare app di fitness per allenarti da casa?

Non necessariamente, è sempre utile consultare un professionista, ma ti potrebbe bastare del semplice esercizio aerobico che puoi svolgere comodamente da casa.

L’importante è iniziare con poco: magari 10 flessioni e poi basta; salire e scendere le scale 2-3 volte e via dicendo.

Il segreto è proprio iniziare ad attivare il tuo corpo e poi aumentare la difficoltà pian piano.

Puoi trovare qualcosa come nel video qui sotto cercando su youtube che sia più al tuo livello.

10. Migliora l’alimentazione per sentirti al TOP

Sicuramente non è la prima volta che ti senti dire che mangiare sano è la cosa migliore.

Sappi comunque che la cosa migliore è affidarsi ad un nutrizionista ed evitare il più possibile diete prese da internet se non hai nozioni che ti permettano di comprenderne i valori.

Ci sono numerose specifiche che riguardano il tuo corpo, il tuo sistema immunitario come anche la tua posizione geografica che devi prendere in considerazione.

Perché sì, una persona che vive in Norvegia avrà sicuramente una “dieta sana” differente da qualcuno che vive in Messico.

Anche qui il consiglio migliore che puoi adottare è iniziare con qualcosa di piccolo. Prova una volta al giorno a mangiarti qualcosa di sano, riducendo progressivamente il “cibo spazzatura”.

L’allenamento fisico ti aiuterà perché fa parte di una delle abitudini chiave che mettono in moto tutta una serie di piccoli cambiamenti, favorendo uno stato mentale più aperto all’auto-miglioramento (alimentare).

No, quindi, a diete drastiche e “non sane”!

Inizia in piccolo e continua a farlo.

Alla fine, avrà luogo un effetto composto e vivrai in maniera sempre più sana, sentendoti meglio e vivendo quindi meglio.

11. Pratica la consapevolezza

Pratica la consapevolezza - buone abitudini pratiche

Questa non deve essere per forza la meditazione, che ti consiglio comunque di adottare come buona abitudine

Questa è solo una forma di consapevolezza

Puoi sviluppare consapevolezza su qualsiasi cosa: da te stesso, osservando i tuoi pensieri e le tue emozioni; a qualsiasi cosa, notandola e vivendo nel “qui e ora”.

Dato che abbiamo parlato di passeggiate anche queste possono essere un modo di sviluppare maggiore consapevolezza.

L’importante è essere presenti.

Ecco perché ogni sera sarebbe utile tenere un Diario della Gratitudine, dove ripercorri mentalmente la giornata soffermandoti su 3 cose positive successe per cui puoi sentirti grato.

Trova quello che che funziona meglio per te, prova ed esplora!

12. Sviluppare il tuo percorso Spirituale

Sviluppare il tuo percorso Spirituale - abitudini

Il percorso spirituale non ha nulla che fare con la religione, significa (almeno per me), cercare di elevarsi verso qualcosa di più grande. 

Adottare virtù come l’umiltà, la gentilezza e l’amore per se stessi e per il prossimo.

Riconoscere che esiste qualcosa di più grande di noi in questa vita e legarci ad esso.

Può essere Dio, Allah, Buddha, l’Universo, una Intelligenza Superiore o anche solo lo Scopo della tua vita.

Trova quello che senti essere più vicino a te.

13. Parla con le persone faccia a faccia

Lo sviluppo tecnologico è stato un’arma a doppio taglio: da una parte ci ha permesso di abbattere i confini geografici permettendo di collegarci con persone da ogni parte del mondo; dall’altra però abbiamo sacrificato sempre più l’interazione reale e fisica con le persone.

Ora, anche la situazione della pandemia sicuramente non aiuta, ma ci sono sempre lezioni che possiamo apprendere e valorizzare meglio quelle cose che abbiamo sempre dato per scontate.

Vivere in una società significa conoscere, comprendere e rispettare i bisogni di tutti. In qualsiasi tipo di relazione è fondamentale empatia.

Il rischio di “isolarsi” potrebbe ledere questi aspetti fondamentali per la nostra stessa sopravvivenza.

Scegli persone positive da frequentare e poi organizza un caffè, una passeggiata o quello che preferite.

14. Sfidati e dona il tuo meglio

Sempre per quanto possibile, e rispettando le indicazioni del governo, cerca di passare tempo all’aria aperta.

Passeggiando col cane, ogni persona che incrocio la saluto gentilmente e con alcuni che sento essere particolarmente gentili e disponibili, mi intrattengo velocemente per fare un minimo di conversazione, parlando del tempo e infondendo magari parole di speranza e di sostegno per affrontare al meglio questa situazione.

Sai, siamo tutti abituati a sentire gli altri lamentarsi che quando trovi qualcuno che ringrazia e cerca il lato positivo, infondendo speranza e coraggio per continuare, le persone si sentono molto meglio.

Lo leggi dai loro volti, si rilassano e si accendono con un caloroso sorriso.

Se non vuoi farlo da solo, magari proponila come “sfida personale” tra te e i tuoi amici.

L’obiettivo è diffondere un po’ di positività, regalando anche solo un sorriso a 3 sconosciuti ogni giorno!

Ti sentirai meglio, sarai più felice, scioglierai ogni forma di stress negativo e ti sentirai energizzato, migliorando così anche la tua produttività lavorativa!

L’unico ostacolo che potresti incontrare è uno stress dovuto all’ansia di esporti e parlare con persone nuove per paura di essere criticato o giudicato.

Se è questo il tuo caso clicca il pulsante qui sotto e scarica la mia guida eBook GRATUITA sull’Autostima.

Troverai molti consigli e strategie pratiche e divertenti che aumenteranno subito la fiducia in te stesso.

15. Mangia assieme alle persone che ami

Proprio perché siamo forzati a restare in casa, se hai persone che ami attorno a te, come la tua famiglia o il tuo partner, approfittane per creare un legame più forte proponendo una nuova regola: durante il pasto bisogna parlare!

Condividete pensieri, riflessioni, opinioni. Raccontate cosa è successo di negativo, ma anche quello che c’è stato di positivo nella settimana.

Approfittane per praticare l’ascolto attivo, immergiti nei panni dell’altra persona, dimentica i tuoi giudizi, dimentica le critiche e cerca davvero di capire e ascoltare quello che ti raccontano gli altri.

In questo modo rafforzerai un legame speciale e scaricherai la tensione accumulata, condividendo le tue preoccupazioni, ricevendo conforto o consigli che potrebbero esserti utili.

Parlare ad alta voce a me aiuta tanto a riflettere e a prendere delle decisioni. Quando le diciamo ad alta voce le parole hanno un “peso” diverso.

Prova!

16. Abitudini pratiche: Leggi tanti libri

Abitudini pratiche: Leggi tanti libri

Se vogliamo davvero crescere e migliorarci dobbiamo superare i nostri “limiti”, le nostre convinzioni limitanti e per farlo, può essere molto utile leggere!

Quando leggiamo storie ci immedesimiamo nella vita di quei personaggi, proviamo quello che provano loro e possiamo imparare ad allargare i nostri orizzonti.

Si dice che viviamo una sola vita, ma grazie ai libri, abbiamo la possibilità di vivere migliaia di altre vite.

Non solo, i libri ti permettono di sviluppare le tue idee, di restare aggiornato sulle novità, di formarti e quindi, di aumentare il tuo valore sul mercato e guadagnare di più.

È importante investire su di sé e ognuno di noi può cercare i libri che gli interessano e iniziare già da oggi a imparare cose nuove!

Leggi, leggi sempre e leggi tanto. 

Quello che apprendi ti accompagnerà tutta la vita e ti aiuterà.

Sapere è potere!

Se la tua scusa è il poco budget a disposizioni, conosci la “tecnica dei 6 barattoli“? 😉

17. Non leggere il 90% delle cose su Internet

Ma noi umani siamo pigri e perché dovremmo leggere un libro lungo 350 pagine quando possiamo semplicemente sfogliare una recensione di un libro che ci impiega 3 minuti?

Leggere può risultare noioso e faticoso perché richiede una certa attitudine mentale e uno sforzo di concentrazione.

Mentre invece i post sui social, studiati appositamente per cavalcare le nostre emozioni, catturano subito la nostra attenzione

Ma il 90% di quelle informazioni non sono altro che spazzatura, che alimentano sentimenti negativi come odio e paura, in quanto sono queste quelle che fanno maggiore presa e muovono le persone ad agire mettendo una emoji, commentando o condividendo.

La paura e l’odio spesso però sono dettate dall’ignoranza di base.

Quindi, imparate davvero a prendere sempre con le pinze quello che leggete su internet e soprattutto sui social. Se trovate un’informazione che vi incuriosisce cercate le fonti, studiate chi l’ha detto e PERCHÉ l’ha detto, cosa ci sta guadagnando, a chi sta danneggiando?

Imparate a pensare con le vostre teste e non prendete per oro colato quello che vi viene detto, perché quelle parole sono finalizzate unicamente a guadagnarci sopra.

In fondo è semplice, è sempre una questione di clic che portano pubblicità e che portano denaro. 

È business!

Quindi, scegli saggiamente ciò che leggi online. Scegli di leggere solo siti Web affidabili e positivi (come stai facendo in questo blog e te ne suggerisco altri che secondo me sono validi nell’articolo sui migliori blog di Crescita Personale).

18. Niente più TG

Le notizie che senti ai telegiornali coprono l’1% dell’1% dell’1% degli estremi che si verificano nel paese. 

Quindi, non solo non sono i rappresentanti di ciò che sta realmente accadendo, ma si stanno anche concentrando per attirare l’attenzione attraverso le notizie più estreme in modo che gli inserzionisti diano loro più soldi.

È bello essere informati e capire cosa succede attorno a noi, ma l’abuso di informazioni negative che sparano i telegiornali ogni singolo giorno, come pensate influenzi il vostro stato mentale?

È un vero “toccasana” per il nostro stress, la nostra ansia sentire parlare sempre di odio, violenza, crisi economica, persone che falliscono e si suicidano, omicidi e morte, morte e se non l’avete capito bene… ALTRA MORTE!

Hai mai notato quando sono in onda i telegiornali? Con maggiore frequenza durante i pasti: colazione, pranzo e cena

Come ti ho suggerito prima, tieni spenta la tv e incentiva un po’ di sana conversazione e un po’ più di confronto introspettivo con le persone che ami e che hai vicino. 

E se proprio non puoi farne a meno, limita tantissimo le informazioni e ripeti a te stesso che nel frattempo succedono tantissime cose belle che però non fanno notizia e che ci sono belle persone che fanno del loro meglio ogni giorno per rendere il mondo il posto migliore.

Cosa importante, non iniziare MAI la giornata con i telegiornali, al massimo ascoltali durante la giornata, ma non lasciare che la negatività entri nella tua giornata già dal primo mattino. 

Rischieresti solo di influenzare negativamente tutta la tua giornata.

Se sei da solo, ascolta podcast o guarda dei video formativi come quelli di Ted!

19. Limita anche i giornali

Il discorso è simile a quello fatto per i social e per i TG, anche le notizie dei giornali sono rumore di fondo che veicolano la nostra attenzione su notizie per lo più negative, spostando a volte la nostra attenzione dalle cose importanti, veicolandola dove fa più comodo.

Ricordiamoci che alla base di tutto c’è sempre il denaro.

Io sono fermamente convinto che le cose importanti troveranno sempre il modo di raggiungerti.

Soprattutto in periodo di pandemia, tutti quelli che hanno responsabilità sociali come i giornalisti dovrebbero avere maggiore coscienza della propria colpa a diffondere e alimentare “terrore mediatico”.

Come difenderci e pretendere notizie migliori e di qualità?

Smettendo di credere a tutto, smettendo di comprare o guardare tutto quello che ti propinano.

Meritiamo di più e in un periodo delicato è meglio concentrarsi sul nostro benessere piuttosto che sulla negatività che ci circonda.

I problemi, le difficoltà e tutto quanto ci sono sempre state nel mondo. La vera sfida è non lasciarsi paralizzare il cervello, ma ricercare delle soluzioni, trasformando i problemi in delle opportunità!

20. Abitudini pratiche: La regola del doppio scorrimento per i social media

Le persone che ti dicono di smettere di usare i social media per ridurre lo stress e aumentare la tua produttività non sono realistiche.

Questo perché la maggior parte di noi non si conformerà, né sarebbe vantaggioso per noi farlo.

Viviamo nell’era digitale e credo che i social siano un potente mezzo, ma come per tutto dipende sempre dall’uso che ne facciamo.

Molti pensano che siano i soldi a corrompere le persone, come se questi avessero un’anima. Allo stesso modo si pensa che i social tirino fuori il nostro peggio.

Queste non sono altro che scuse!

Impariamo a prenderci la responsabilità di noi stessi e della nostra vita, imparando ad accettare la propria imperfezione.

Riscoprite il coraggio nella vulnerabilità.

Non siamo perfetti, ma i social, come i soldi, non sono altro che strumenti, sta a noi usarli in modo etico, utile e sostenibile, oppure usarli come scusa per dare il nostro peggio.

Una persona buona, con tanti soldi, troverà un modo di fare ancora più del bene, tramite beneficenza, costruzioni di strutture o fondazioni che possano cambiare il mondo.

Lo stesso ragionamento vale per i social e per qualsiasi altra cosa!

Tornando a noi, per evitare lo scorrimento insensato sui social media, esiste una cosa chiamata “regola del doppio scorrimento”.

Dopo aver preso il telefono in mano e aperto Facebook / Twitter / Instagram, puoi scorrere verso il basso solo due volte. 

In questo modo, puoi ancora vedere cosa sta succedendo sulle piattaforme ma sei limitato nel tempo e nelle informazioni che ti bombardano continuamente. 

Questo ti fa anche seguire solo le cose più importanti sulle piattaforme.

21. Concentrati sui tuoi obiettivi a lungo termine

Come ti ho parlato nel mio articolo sullo Scopo della Vita, lo psicologo Maslow identificò alla cima della piramide dei bisogni umani, quello dell’autorealizzazione.

Non c’è niente di più appagante per una persona che progredire in qualcosa, per lui, di significativo

Concentrandoti sui tuoi obiettivi a lungo termine e non ti sembrerà nemmeno un lavoro, ti sembrerà una missione.

Sarà il livello di difficoltà con cui hai scelto di giocare. Incontrerai delle sfide, magari impegnative, ma non ti arrenderai facilmente perché avrai una motivazione forte per riuscire!

Un grande Perché!

Più “lavoro significativo“ qui lo possiamo tradurre con meno stress nella tua vita e maggiore soddisfazione personale.

22. Abitudini pratiche: Dormi!

Abitudini pratiche: Dormire

Oggigiorno viviamo nella più completa frenesia. Siamo sempre di corsa, sempre di fretta. E lo vedi bene in giro.

Come se non bastasse, siamo iper-bombardati di informazioni, dirette e indirette, conscie e subconscie

Questo porta ad esaurire velocemente le nostre energie e dare maggiore potere all’ansia e allo stress.

Non sottovalutare il potere curativo di una bella dormita. Cerca sempre di riposare dalle 6 alle 8 ore.

Evita il cellulare la sera, mettilo in modalità aereo o lascialo in un’altra stanza.

Trova il tuo rituale!

Prima di addormentarti ad esempio, potresti praticare alcuni esercizi di rilassamento e di respirazione che agevoleranno il tuo ingresso nel mondo dei sogni!

Dopo la respirazione potresti ancora dedicare 10 minuti alla pratica della meditazione.

Io, ad esempio, prima di andare a dormire metto per iscritto sul mio diario quello che è successo nella giornata, i pensieri e le emozioni che ho avuto, facendomi complimenti per esserne consapevole, e concludo sempre trovando almeno 3 motivi per cui esprimere sincera gratitudine.

Dopodiché faccio un esercizio di respirazione profonda da seduto, poi mi sdraio e pratico il rilassamento progressivo dalla testa ai piedi e concludo attraverso una meditazione che mi porta a visualizzare quello che desidero.

Abitudine pratica extra!

È utile tenere il diario, o un diario diverso, vicino al letto, a portata di mano, in modo che non appena ti svegli annoti tutto quello che ti ricordi del sogno che stavi facendo.

Cura il diario dei Sogni e diventa consapevole di cosa il tuo inconscio desidera comunicarti.

23. Non c’è successo senza fallimento

“Soltanto coloro che hanno il coraggio di affrontare grandi fallimenti possono raggiungere grandi successi.”

– Robert Kennedy

La vita è costellata di prove da superare. 

Quello che tu chiami fallimento per altri è un’opportunità, per conoscersi meglio e per migliorarsi. 

Il fallimento fa parte della vita, inizia a cambiare il tuo dialogo interiore e smetti di chiamarlo fallimento!

“Non ho mancato la prova. Ho appena trovato 100 modi per farla sbagliata.”

– Benjamin Franklin

Non esiste un grande successo senza un grande fallimento alle spalle. Questo è l’algoritmo del successo.

Il vero fallimento è non provarci neanche, permettendo alla paura di paralizzarti. Vivere nei rimpianti ti porterà solo una grande tristezza. Non è mai troppo tardi per cominciare a scrivere il proprio destino.

Quindi, non avere paura di fallire, sviluppa la paura di non provarci nemmeno e trasformala nella spinta che ti serve per avere il coraggio di farlo ugualmente.

“Ogni fallimento è semplicemente un’opportunità per diventare più intelligente.”

– Henry Ford

Cosa ne pensi, hai trovato utile questo articolo? Quali altre abitudini pratiche conosci che possono aiutare a vivere una vita Produttiva e senza Stress? Fammelo sapere qui sotto nei commenti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari