Guida completa sulla forza di volontà
  • Post author:
  • Post category:Abitudini

Cos’è la forza di volontà? Da dove nasce? Possiamo esserne privi? Certe volte ti capita di voler fare mille cose, come ad esempio: iniziare uno sport, smettere di fumare, adottare quindi delle buone e sane abitudini, ma poi trovi una scusa e cominci a procrastinare? Magari non sei dell’umore giusto, magari è un periodo particolarmente stressante e cominci a dirti: “Massì lo farò domani“, o nel caso della dieta: “Massì, la comincerò lunedì“. E se ti dicessi che è possibile sviluppare la forza di volontà e conservare questa energia nel lungo termine? Perché , è davvero possibile!

In questo articolo cercherò di darti una panoramica psicologica e completa sulla forza di volontà, parlando anche da dove nasce. Compreso questo, potrai accedere a tutte le migliori tecniche, trucchi e consigli che ho per svilupparla e mantenerla ad un elevato stato energetico nel lungo periodo!

E se fosse questo l’ingrediente segreto delle persone di successo?

Non ti resta che continuare la lettura di questa “Guida Completa sulla Forza di Volontà” e come puoi imparare a svilupparla!

C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà.

Albert Einstein

Leggimi: 

Prima di iniziare con l’articolo ti chiedo di dedicarmi ora, un secondo del tuo prezioso tempo. Se vedi il Box qui sotto, ti chiedo solo di lasciarmi un “Mi Piace“. Questo mi aiuterà a crescere e a produrre materiale sempre di maggior qualità per un numero superiore di persone! Te ne sono Grato! 

Cos'è la Forza di Volontà?

Quand’è che ci capita di dire a qualcuno: “Ammiro la tua forza di volontà” ? Quando vediamo qualcuno che rimane fermo nelle sue decisioni, una persona integra che non si rimangia la parola data, neanche e soprattutto, con se stesso.

È una cosa facile? No.
Nasciamo con questa qualità? No.
Si può dunque imparare? .

Imporre la propria volontà agli altri, è segno di forza. Imporla a se stessi, è segno di forza superiore.

Lao-Tzu

L’esempio classico che possiamo fare è: la dieta, o l’esercizio fisico. Sappiamo perché dovremmo farlo, conosciamo i benefici che una buona alimentazione e l’esercizio fisico portano al nostro corpo e alla nostra mente. Dunque perché cadiamo così spesso alla “tentazione“, finendo per rimandare o per perdere ogni buona intenzione? Perché non abbiamo ancora sviluppato la nostra forza di volontà come si deve.

Insieme a questo termine non è raro che vengano accostati anche:

Ma cosa succede nella nostra mente quando ci poniamo un obiettivo e poi non lo portiamo a termine? Probabilmente avvieremo un dialogo interno negativo che sarà simile a questo: “Ecco, ogni volta la stessa storia, ho la buona volontà di andare in palestra, so che mi farebbe bene, ma non ne ho veramente voglia, sono stanchissimo, mi mancano le forze… Sono proprio senza speranze, non cambierò mai, meglio che rinuncio per sempre e mi accontento di stare male col me stesso e il mio corpo” … Ma cosa comporta stare male con se stessi e il proprio corpo?

Siamo sicuri di aver valutato davvero bene tutti i pro e i contro delle nostre decisioni?

Quando non vogliamo fare una certa cosa, la nostra mente accorre in nostro “salvataggio“, trovando mille e una validissime giustificazioni per cui non dovresti fare quello che dovresti. Ma è davvero colpa sua? In fondo sta solo cercando di rispondere al meglio ad un nostro desiderio. È troppo facile e comodo puntare il dito e scaricare le colpe e la responsabilità sempre su qualcun altro! 

Avere forza di volontà, per me, significa rispettare se stessi, facendo il meglio per noi, imparando a controllarci e prendendoci la piena responsabilità delle nostre azioni e decisioni.

La fatalità è la scusa delle anime senza volontà.

Romain Rolland

Le principali Caratteristiche della Forza di Volontà

Credo che la forza di volontà sia intimamente connessa alla nostra stessa   consapevolezza. E come possiamo sviluppare una maggiore consapevolezza? La mia soluzione in questo caso ripiega sulla Meditazione!

In questi articoli potrai approfondire cosa sia e come iniziare la pratica meditativa, ma se vuoi meditare facendo esercizio fisico ti consiglio un bel corso di Yoga o col praticare la meditazione camminata

Quando hai una maggiore consapevolezza di te, sei in grado di riconoscere meglio i segnali interni del tuo corpo e della tua mente. Sapendo chi sei, sarai meno soggetto alle critiche e alle “etichette” che ti assegneranno le persone attorno a te!  

Quando diventi consapevole di te, con la forza di volontà potrai:

Ma sai qual è la cosa migliore? È che nessuno ci nasce, quindi è una dote che ognuno di noi può acquisire, con il giusto allenamento che vedremo a breve. Questo è proprio il caso di dire che: “Volere È Potere!” 

Come recita un vecchio proverbio giapponese:

“La forza di volontà attraversa anche le rocce.”

Conosci il Kintsugi? No? Eccoti allora un interessante articolo in cui ti spiego cos’è questa antica arte e perché viene paragonata da diversi secoli alla Resilienza Giapponese!

Come allenare la tua Forza di Volontà

Bene, siamo finalmente giunti al nocciolo dell’articolo, la parte più interessante e importante, dove troverai tutti i migliori trucchi, tecniche e strategie da mettere in atto per sviluppare la tua Forza di Volontà!

La Forza di Volontà, in fondo, è un concetto simile ad un atteggiamento, giusto? Quindi è anche simile ad un’abitudine (positiva) che decidiamo di adottare. Ma come facciamo a creare delle nuove abitudini, eliminando o sostituendo quelle negative?

La risposta è: con tanta pazienza e uno sforzo quotidiano!

Nel libro “Psicocibernetica“, l’autore e chirurgo plastico Maxwell Maltz, afferma che, in media, devono trascorrere almeno 21 giorni prima che una nuova abitudine si possa radicare dentro di noi, passando così dall’essere uno sforzo “conscio” al diventare un’azione automatica “subconscia“.

Quindi quello che leggerai di seguito, se vuoi che abbia davvero l’effetto che desideri, ti dovrai sforzare di ritagliarti pochi minuti da dedicarci tutti i giorni. In questo modo imparerai a sviluppare anche la tua autodisciplina e il tuo autocontrollo.

Il pessimismo è dell’umore, I’ottimismo della volontà.

Alain

Esercizio 1: Completamento degli Obiettivi

La forza di volontà si accresce quando ci poniamo di fronte a delle “prove“, delle sfide che riusciamo a superare. Ma per essere delle sfide non possono essere troppo facili da portare a termine, altrimenti non avremo nessuno ripercussione positiva sul nostro spirito. 

Quindi, quello che ti chiedo di fare è di individuare ogni giorno 1 o 2 obiettivi “importanti”. Qualcosa magari che rimandi da sempre, oggi è il giorno giusto per affrontarlo!

Può essere lo studio, il rimanere concentrato per 2 ore sulla lettura di un libro, l’esercizio fisico, la meditazione e così via… Se anche tu hai la fobia del parlare in pubblico, potresti preparare dei discorsi, immaginare una serie di situazioni, scriverle e recitarle ad alta voce, prima da solo e poi davanti ai tuoi amici (va bene anche imparare a memoria delle poesie). Delle cose quindi che normalmente non faresti e per il quale senti sempre l’impulso di rimandare!

In questo modo, oltre alla tua volontà, aumenterai la tua autostima e la fiducia in te stesso, in quanto ti dimostrerai che puoi raggiungere qualsiasi cosa tu desideri, un passo alla volta, un obiettivo alla volta, giorno dopo giorno!

Esercizio 2: Il nostro tempo è limitato

Alcune volte preferiremmo oziare e non fare assolutamente niente. E in alcuni contesti e situazioni particolari potrebbe essere la cosa giusta da fare. Ma per la maggior parte delle persone questa è solo una scusa.

Può sembrarti strano, dato che per paura non si tende a parlarne spesso, ma secondo me è davvero utile ricordarsi che il nostro tempo qui sulla Terra è limitato. Prima o poi ognuno di noi deve fare i conti con l’arrivo della propria ora. Può sembrare che abbiamo ancora tanto tempo, ma questa è solo una nostra illusione. Possiamo solo sperare di averne, ma la realtà dei fatti è che dovremmo davvero vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo.

Quindi se fosse il tuo ultimo giorno, cosa vorresti fare? O meglio, per cosa vorresti che venissi ricordato una volta che non ci sarai più? Prova a pensarci: “Ci mancherà ‘Pippo’, come stava sul divano lui a guardare serie TV non lo batteva nessuno.

Davvero vorresti essere ricordato così? Non credo, quindi ogni giorno è la tua migliore occasione per fare un impatto positivo sulle persone e nel mondo!

Pensare in questi termini ti allargherà la tua prospettiva e la tua visione delle cose. Avrai una scarica di adrenalina e tantissima energia convertita in motivazione e quando c’è questa puoi sfruttarla per alimentare la tua forza di volontà e fare quello che deve essere fatto!

Esercizio 3: Mantieni quello che prometti

In un certo senso potrebbe essere collegato all’esercizio n. 1. Le promesse che fai agli altri, ma soprattutto quelle che fai a te stesso, devi veramente impegnarti a mantenerle sempre

Cosa comporta questa decisione? Lo sviluppo della tua integrità, le persone saranno attratte da te in quanto sei una persona che fa quello che dice, una persona le cui parole non vanno al vento, ma vengono materializzate dai fatti! Acquisirai quindi carisma e ti sentirai più sicuro di te stesso.

Non solo, immagina di avere un amico alle prese con un problema che decide di rivolgersi a te per ricevere un consiglio o supporto motivazionale. Cosa gli diresti? Sarebbe davvero quello che faresti anche tu? I consigli che dai li metteresti in pratica tu per primo? 

Esercizio 4: Cura l'ambiente in cui ti trovi

Dov’è che passi la maggior parte del tempo della giornata? A casa in cameretta, magari in ufficio, oppure in macchina… Non importa! Questa strategia la puoi utilizzare praticamente ovunque. Quello che dovrai fare sarà suggestionare il tuo subconscio, in modo tale che potrai attingere ad una grande riserva di energia, restando sempre motivato e con la giusta carica mentale. Come?

Prendi dei post-it, scrivici delle frasi motivazionali, dei pensieri positivi o qualsiasi cosa che ti serva per mantenere alta la tua motivazione e comincia ad appiccicarli tutto intorno a te. Se hai un obiettivo specifico in testa, potresti arricchire questi post-it con dei disegni o potresti trovare delle immagini su internet di quello che desideri, in questo modo diventa più realistico. 

Ora cosa dovrai fare? Ogni volta che cercherai una piccola distrazione, anche solo con la coda dell’occhio vedrai quei messaggi e ti basterà concentrarti sul loro significato per sentire l’energia di nuovo scorrere verso di te, ricaricando la tua motivazione.

Esercizio 5: Dialogo interiore

Come abbiamo già visto, noi possiamo essere i nostri peggiori nemici. Ci è fin troppo facile cadere nella tentazione di trovare scusanti e giustificazioni, sminuendoci. Quando stai studiando una materia difficile ti può venire spontaneo pensare: “È troppo difficile per me!”,  “Non ce la farò mai!”, “Sono proprio negato in questa materia“.

E indovina un po’ che succede? Esatto, non facciamo altro che rafforzare questa credenza, imponendoci da soli degli enormi limiti! E la cosa peggiore è che questo lo facciamo quasi inconsapevolmente per tutto il resto. Quando il “gioco” si fa duro ci arrendiamo subito dicendo che è troppo difficile, sostenendo che non ne siamo in grado. Ma ci dimentichiamo sempre, o quanto meno sottovalutiamo incredibilmente, la nostra capacità di imparare e di migliorare

Come fanno gli atleti a superare sempre se stessi? Non credo proprio che nessuno di questi si ripeta continuamente nella propria testa che non è in grado di fare una certa cosa!

Prendendo consapevolezza di noi stessi e dei nostri pensieri, possiamo “intercettare” queste credenze limitanti e agire tempestivamente per annullarne gli effetti, quasi “riprogrammando” il nostro cervello.

Vinciamo la battaglia contro noi stessi e trasformiamo la nostra mente nel nostro più grande e forte alleato. Quando captiamo un pensiero limitante, dialoghiamo con noi stessi e portiamo la conversazioni a qualcosa di più costruttivo

Ovviamente, se non ho mai giocato a calcio, non posso convincermi di essere un fuoriclasse, non siamo così stupidi e neanche la nostra mente ci cascherebbe mai. Bisogna convincerla con qualcosa di simile: “È vero, non ho mai giocato a calcio, ma posso sempre provare e allenarmi per migliorare. In fondo nessuno di noi è perfetto e ci sono diversi esempi di persone che anche senza un talento naturale sono diventati ottimi giocatori grazie al grande lavoro che hanno fatto su se stessi. Io non sono da meno, ho lo stesso potenziale di apprendimento che hanno avuto loro, quindi io so di poter migliorare ogni minuto che passa. Se non dovesse funzionare, sarò comunque un vincitore in quanto risulterei arricchito di alcune capacità, temprato dalle sfide, avrei sviluppato lavoro di squadra aumentando la mia autostima! Continuo ad imparare, soprattutto sbagliando, facendo tutto quello che è in mio potere per migliorarmi sempre di più.

Esercizio 6: Il potere delle Affermazioni

Anche in questo caso vogliamo suggestionare il nostro subconscio, questo perché è lì che risiedono le nostre credenze e convinzioni limitanti, che si sono trasformate in abitudini di pensiero. Quindi è soprattutto qui che dobbiamo agire con maggiore intensità e tenacia.

Ti consiglio il mio articolo sull’autoipnosi, grazie al quale riuscirai a liberare il tuo vero potenziale!

Quello che dovrai fare per questo esercizio è cercare di entrare in uno stato rilassato,  magari grazie alle tecniche di respirazione abbinate alla meditazione.

Cerca un posto tranquillo e preparati a leggere queste affermazioni diverse volte al giorno. Potresti pensare anche di registrarti e ascoltarle ogni volta che potrai:

  • Voglio fare di più e lo posso fare
  • Voglio migliorare e posso migliorare
  • Voglio superare i miei limiti e li posso superare
  • Voglio affrontare le mie paure e le posso sconfiggere
  • Voglio essere più consapevole e lo posso diventare 

Ripetendole ad alta voce avrà un maggiore effetto sulla nostra mente, che si impegnerà a “registrarle“, avviando meccanismi che individueranno quelle presenti, contrastanti a queste appena dette, facendole perdere di potere e efficacia, andando infine a sostituirle con queste convinzioni positive e costruttive

Concludendo

Qualsiasi cosa tu voglia, è la fuori che aspetta che tu la chieda. Qualsiasi cosa tu voglia, ti vuole a sua volta. Ma devi agire per averla.

Jack Canfield

Siamo giunti così al termine di questo articolo sulla forza di volontà. Hai appreso diverse tecniche e strategie che potrai mettere da subito in atto per sviluppare anche tu questa incredibile capacità! Come ti ho detto all’inizio e nel corso dell’articolo, ci vorrà del tempo per trovare e eliminare le credenze limitanti, sostituendole con altre molto più utili e costruttive! Ma si può fare, con pazienza, costanza e determinazioneDimostra a te stesso che puoi farcela e i benefici non tarderanno ad arrivare, tanto che non ti sembrerà vero!

Questo viaggio di Crescita Personale ti sta conducendo sempre di più allo sviluppo della tua consapevolezza e troverai sempre modi migliori per imparare a controllarti e regolarti al meglio, affrontando al massimo delle tue capacità qualsiasi evento che si verificherà nella tua vita!

La maggior parte delle azioni della vita sono alla nostra portata, ma le decisioni richiedono forza di volontà.

Robert McKee

Se ti è piaciuto, aiutami a condividere questo articolo. Usa i pulsanti che trovi qui in fondo per mandarlo ai tuoi amici. Se non l’hai già fatto all’inizio, ti chiedo di nuovo di lasciare un “Mi Piace” alla pagina Facebook di EsplorativaMente

Sono presente anche sui social Instagram e Twitter.

Ti Ringrazio di Cuore!

Buona Esplorazione!

Albert

Albert lo Scimpanzé è l'autore principale del progetto EsplorativaMente. La sua conoscenza approfondita e la sua passione, lo portano a coprire diverse tematiche riguardanti la Crescita Personale, portando riflessioni e tecniche sulle potenzialità della nostra Mente.
Chiudi il menu