Imparare ad accettare le critiche senza considerarle offese

Imparare ad accettare le critiche, ad assimilarle e trarne degli insegnamenti, richiede grande impegno e massima consapevolezza di sé.

Le critiche costruttive possono aiutarci a crescere, a limare aspetti troppi spigolosi del nostro carattere, possono aiutarci a capire meglio noi stessi.

Per poter ottenere questo risultato, bisogna prima imparare cosa significa “accettare le critiche senza considerarle offese”.

Statisticamente, solo il 10% delle persone riesce ad interiorizzare le critiche nel modo giusto, provando a migliorarsi di conseguenza.

Un numero ancora troppo basso, che dovremmo provare ad aumentare il prima possibile.

Oggi, proveremo a capire insieme come accettare una critica, come evitare di offendersi e soffrire di conseguenza.

Seguendo questi consigli, potrai riuscire a gestire le tue reazioni, provando a trarre il meglio da ogni commento esterno.

Tabella dei Contenuti

Come assimilare una critica

Come assimilare una critica

Secondo lo psicologo e psicoterapeuta Carlos Rodríguez Feixoodobbiamo renderci conto che la persona che critica non critica la persona ma l’immagine che ha di lei”.

Questa interessantissima visone, è un punto di partenza perfetto per poter imparare ad assimilare una critica senza considerarla un’offesa.

Le critiche restano strettamente “soggettive”, riguardano appunto l’immagine che l’altra persona ha di noi. Sono pensieri specifici, che nella maggior parte dei casi non hanno nulla di oggettivo.

I commenti come “stai mangiando troppo”, “dovresti prenderti più cura di te stesso”, “oggi sembri stanco”, sono fini a se stessi.

Riguardano l’immagine esterna, l’idea che le altre persone hanno di noi. Siccome rientrano nella sfera dei giudizi esterni non oggettivi, non devono essere considerati come offensivi.

Quando inizi a sentirti triste per una critica, prova a ricordare che quel pensiero appartiene solo alla persona che lo ha formulato.

Per poter apprezzare davvero le critiche, dobbiamo imparare a compiere una netta distinzione tra ciò che è costruttivo e ciò che invece non lo è.

Da chi arriva la critica?

Questo aspetto è davvero fondamentale. Se il commento arriva da una persona più esperta di noi – es. il nostro insegnante – allora è probabile che dovremmo ascoltarlo e assimilarlo.

Se invece arriva da qualcuno che non ci conosce e che non ha nessun tipo di competenza tecnica, è inutile dargli troppa importanza.

Concentrati su quello che puoi cambiare

Concentrati su quello che puoi cambiare

Ogni commento ed ogni critica andrebbe analizzato nel dettaglio. Se c’è un fondo di verità in quello che l’altra persona sta dicendo, se la sua verità ti fa soffrire, dovresti iniziare a lavorarci su con molta attenzione.

Concentrarti sulle cose che puoi cambiare, sugli atteggiamenti che puoi provare a limare. Ma fallo sempre per il tuo bene, perché pensi potrebbe avere un riscontro positivo sulla tua vita, e non su quella degli altri.

Accettare le critiche significa ammettere che potrebbero essere reali, e che possiamo fare qualcosa per migliorarci.

Non dovresti mai offenderti quando ricevi una critica, perché rischieresti solo di soffrire inutilmente.

Prova questo semplice esercizio mentale, che ti aiuterà ad affrontare qualsiasi commento con rinnovata fiducia e serenità. Si chiama “de-costruzione della critica” e funziona in tutti gli ambiti, da quello sentimentale a quello lavorativo.

La de-costruzione della critica

La de-costruzione della critica

Per svolgere il tuo esercizio di de-costruzione della critica, inizia ripetendo il commento nella tua mente due volte.

La prima volta, concediti qualche secondo per sentirti meritatamente offeso. Attenzione, hai giusto pochi attimi a disposizione!

La seconda volta che ripeti il commento, separalo in più parti. Dividi la parte oggettiva da quella soggettiva, dividi ciò che riguarda i tuoi comportamenti e ciò che riguarda il tuo carattere.

Piano piano, la critica diventerà sempre più piccola, e le “verità” si ridurranno drasticamente. Ti resterà solo il vero cuore del commento, quello su cui puoi iniziare a lavorare per migliorarti giorno dopo giorno.

All’inizio, la de-costruzione potrebbe richiederti un po’ di tempo. All’inizio, potresti ancora ritrovarti ad offenderti senza motivo.

Il passare del tempo ti porterà a sentirti meglio, ad evitare di ritenere “offese” i commenti costruttivi, e a vivere la vita più serenamente.

Dimostra a te stesso che puoi migliorare, che puoi fare qualcosa per renderti davvero felice.

Ricorda, sei tu ad avere il controllo!

Accettare le critiche: conclusioni

Non è mai semplice, lo sappiamo! A volte le parole feriscono più a fondo di una lama centrando direttamente il cuore.

Ecco perché dobbiamo imparare noi in primis a conoscerle e a pesarle bene: sia riguardo a quello che diciamo agli altri, sia (e soprattutto) riguardo a quello che diciamo a noi stessi!

Esatto, parlo del nostro dialogo interiore!

Impariamo ad accogliere i pensieri e le opinioni degli altri, ma ricordiamoci sempre che restano solo opinioni personali. Nessuno ti conosce veramente, solo tu puoi avere questo potere su te stesso!

Sii tu l’unico autore della tua vita.

Accogli le critiche come spunti di riflessione e come tappe ulteriori per il tuo personale percorso di auto-miglioramento!

Ora tocca a te!

Hai ricevuto critiche che ti hanno aiutato a crescere e a maturare? Come hai affrontato il dolore?

Raccontamelo qui sotto nei commenti, oppure condividi la tua storia nel gruppo privato di Esploratori ed Esploratrici più grande d’Italia! 😉

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari