Crescita Personale: 11 errori da NON fare

Chi desidera davvero mettersi in gioco ed esplorare l’infinito potenziale che risiede dentro ognuno di noi. Chi desidera ottenere di più dalla vita cominciando ad ottenere di più da se stesso. Per chi brama di cambiare il mondo scegliendo di migliorare se stesso. Per tutti questi esploratori ed esploratrici, ho raccolto gli 11 errori più comuni che possiamo fare durante il nostro percorso di crescita personale.

Diventarne consapevoli ci permetterà di agire e comportarci in maniera differente!

Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno – forse lo faranno tutti.

Albert Einstein

1. Mentire a te stesso

Quando menti a te stesso perdi credibilità (consciamente o no), questo comporta nel lungo periodo un abbassamento del tuo livello di autostima.

Comincia a sviluppare la tua integrità, ad esempio mantenendo le promesse che fai.

Tutte le promesse!

Anche (e soprattutto) quelle con te stesso!

Se pensi di non riuscirci, NON farle. Piuttosto, prova magari a partire con piccoli passi in modo che i tuoi obiettivi siano fattibili. Il desiderio di essere una persona integra, che fa ciò che dice, ti darà una spinta motivazionale per AGIRE!

Anche di fronte agli altri guadagnerai una maggiore credibilità e affidabilità, ma quello che conta davvero è che tu stesso ti sentirai meglio in primis!

2. Scaricare le tue responsabilità

Sbagliare è umano, ma quando siamo noi a farlo tendiamo a non assumercene la responsabilità, cercando subito una o più giustificazioni (o colpevoli).

Se non sei soddisfatto della tua vita, se non sei felice, non dipende dagli altri, ma da te stesso!

Ricordati sempre che:

“La vita è per il 10% cosa ti accade e per il 90% come reagisci!” ~ Charles R. Swindoll

Tu hai sempre la possibilità di scegliere come reagire alle avversità della vita, decidendo di essere resiliente!

Un’altra citazione che mi piace moltissimo è quella del miliardario Bill Gates:

“Se sei nato povero non è colpa tua, ma se muori povero è colpa tua.”

Ecco, questa frase esprime al meglio, secondo me, il concetto di responsabilità di se stessi e della propria vita!

3. Essere troppo duro con te stesso

Siamo i nostri giudici più severi!

Non c’è molto da aggiungere. Quante volte senti dentro di te di voler fare una cosa, ma poi cominci ad ascoltare una vocina dentro di te che ti dice: “Non farlo! Non ne sei in grado! Farai sicuramente una figuraccia!” e cose di questo genere?!

Imparare a controllare il nostro dialogo interiore ci permetterà di diventare maggiormente consapevoli dei nostri processi mentali e delle convinzioni limitanti che abbiamo su noi stessi. Questo ti permetterà di agire e modificare questi meccanismi, tramite l’uso della consapevolezza.

Vuoi riprogrammare la tua mente al positivo? Guarda ora questo video!

4. Lamentarti

Collegato al concetto di scaricare le proprie responsabilità ne consegue la lamentela, la quale ti conduce giù, in uno stato di mentalità negativa tipica della “vittima“.

Chi si lamenta della sua vita o degli eventi che subisce, tende a scaricare la colpa su uno o più “cattivi” che ce l’hanno con loro, persone o entità il cui unico scopo è quello di perseguitare queste “povere anime“.

Per le persone che dimorano nella “mentalità della vittima” non esistono soluzioni, ma vogliono ingigantire i loro problemi. Il meccanismo che provoca una leggera “sadica soddisfazione” è quella di avere problemi per potersi lamentare con gli altri, attirando l’attenzione su se stessi e su quanto siano sfortunati! Desiderano ricevere parole di conforto e comprensione, disprezzando quindi delle possibili soluzioni!

Sono quindi restii al cambiamento, perché in fondo finché possono dire che “va tutto male“, nel loro cervello passa il messaggio “e va bene così, perché otterrò attenzione, compassione e comprensione dagli altri. Mi sentirò amato e mi sentirò importante!“.

Comincia ad esprimere sincera Gratitudine per tutto quello che hai. Fallo diverse volte al giorno, o tieni un diario della gratitudine in cui ti sforzi di cercare 3 motivi per i quali in questa giornata puoi esprimere una sincera gratitudine!

(Se lo desideri, alcune volte, mi piace condividere il Diario della Gratitudine con tutti gli Esploratori ed Esploratrici del nostro meraviglioso gruppo privato.)

Comincia a sintonizzarti e ad emanare vibrazioni positive e comincerai ad attrarre cose positive nella tua vita! 😉

Conosci la Legge di Attrazione? Pensi che sia una ca*ata pazzesca? Ho quello che fa per te! 😉

5. Smettere di sognare

I sogni sono una potente fonte energetica, in quanto accendono dentro di noi la fiamma dell’entusiasmo, il miglior carburante per avere tanta energia e una forte motivazione che ti aiuterà a superare le avversità, orientandoti sulla ricerca di soluzioni!

Certo, dobbiamo comprendere cosa sia fattibile e cosa no.

Invece di utilizzare il termine “sogno” comincia a renderlo più pratico chiamandolo “scopo superiore“. Una volta che lo avrai identificato e definito chiaramente nella tua mente, ti sarà più facile determinare a ritroso tutta una serie di step, o obiettivi, che ti permetteranno di realizzarlo!

Smettendo di procrastinare, scegliendo quindi di agire, potrai gestire il tuo tempo per avvicinarti giorno dopo giorno alla tua meta!

Il sogno deve essere la passione, quella cosa che ci guida, quello che ci fa sentire vivi ed entusiasti di esserlo! Ma non deve restare “solo un sogno” (reputandolo così impossibile o irrealizzabile), dobbiamo fare del nostro meglio per trasformarlo in realtà!

6. Avere paura di fallire

Tutti conosciamo il famoso aneddoto di Thomas Edison, il quale dovette fallire circa 2000 volte prima di inventare la lampadina! E quando qualcuno glielo fece notare la sua celebre risposta fu:

“Io non ho fallito duemila volte nel fare una lampadina; semplicemente ho trovato millenovecento-novantanove modi su come non va fatta una lampadina.”

Insomma, come ti dicevo prima, la vita non è quello che ci accade, ma è come decidiamo noi di reagire! Una mentalità positiva sarà più propensa a cercare alternative e soluzioni, invece che bloccarsi sui problemi.

Un altro genio contemporaneo, Elon Musk, ci dice che il fallimento è parte integrante del progresso, se non fallisci non stai inventando nulla di nuovo, non stai innovando abbastanza!

Sono davvero numerosi i casi di persone di successo che lo sono diventate dopo aver affrontato il loro più grande fallimento!

Ma cos’è il fallimento?

Io credo che falliamo non quando sbagliamo, dopotutto NON siamo perfetti, è nella nostra natura sbagliare, ma quando scegliamo di non imparare dai nostri errori e da quelli degli altri. La storia è importante perché dagli sbagli di altri possiamo evitare il ripetersi di determinati orrori.

Il fallimento quindi è una scelta, ovvero quando decidiamo di arrenderci e quando scegliamo di non imparare nulla che possa aiutarci a crescere e migliorare.

Supera le tue paure, osa di più, fallisci di più e fallisci meglio! Questo sarà il segreto del tuo successo!

7. Non imparare dai nostri errori

Abbiamo visto che il fallimento è una scelta, desideri arrenderti e continuare così, oppure sei pronto a stringere i denti e riprendere in mano la tua vita conducendola dove desideri?

Abbiamo fatto, facciamo e continueremo a fare innumerevoli errori.

Questi sono il nostro valore, la nostra esperienza, contribuendo a determinare la persona che noi siamo oggi. Se tu stai leggendo questo articolo è perché desideri di più per te stesso, perché in fondo SAI di meritare di più! Sai di poter offrire di più! C’è molto di più dentro ognuno di noi!

Sicuramente alcuni errori fanno male e ci lasciano profonde cicatrici (conosci il kintsugi?), ma forse è proprio grazie a queste che abbiamo plasmato e temprato più a fondo il nostro carattere e la nostra forza di volontà!

Sbagliando si impara, ed è verissimo! Perché nonostante tutti i buoni consigli che ricevi sai che per le cose importanti devi “sbatterci la testa” per conto tuo, solo così potrai comprendere meglio e imparare preziose lezioni che determineranno il proseguimento del tuo futuro!

Come trarre il meglio dai nostri errori?

Ogni volta che sbagli domanda a te stesso:

  • Cosa posso imparare da questa situazione?
  • Cosa posso migliorare di me stesso affinché non ricapiti?

8. Piacere agli altri (dimenticando i tuoi valori)

Mentire a se stessi abbassa la nostra integrità, quindi la nostra autostima. E cosa pensi che succeda quando ci dimentichiamo dei nostri valori fondamentali, facendo qualcosa solo per ottenere l’approvazione di altre persone?

È come se dicessimo a noi stessi che, in fondo, non siamo così importanti, che è meglio ottenere approvazioni e conferme dagli altri che sono probabilmente più bravi, più intelligenti e più amati di quanto saremo mai noi.

Te ne parla uno che sa bene cosa si prova a vivere con l’autostima sotto la suola delle scarpe. Ma non deve essere per forza sempre così.

Conosci i 7 errori più comuni da evitare per non far abbassare la tua autostima?

Ecco perché ho reso disponibile una guida completamente gratuita con tantissimi accorgimenti, tecniche e trucchi psicologici da mettere subito in pratica per ottenere benefici immediati!

Scarica ora la guida gratuita TUA.

9. Reprimere le tue emozioni

Le emozioni sono energia, sono quindi il nostro carburante per le azioni che compiamo ogni giorno.

Quando reprimi un’emozione (che sia positiva o negativa) è come se riempissi un vaso una goccia alla volta. Col tempo, accumulando giorno dopo giorno, episodio dopo episodio, si arriverà alla classica “goccia” che farà traboccare questo vaso, con possibili eventi distruttivi nella tua vita.

Ogni emozione è importante ed esiste per uno scopo specifico! In realtà nessuna emozione è di per sé negativa. Lo diventa quando rimaniamo in uno stato prolungato (negativo) di paura, rabbia o infelicità!

Impara ad ascoltare e accettare ogni tua emozione che si presenta e quando la identifichi prova a portare la luce della consapevolezza, ricercandone le cause.

Sii curioso, scava in profondità dentro di te. Diventa un vero Esploratore/Esploratrice!

Reprimere porta all’insoddisfazione.

È molto meglio imparare a “gestire le nostre emozioni”, aumentando così anche la nostra Intelligenza Emotiva. Ad esempio, impara a scegliere di essere felice (invece che aspettare capiti qualcosa di esterno), con la tecnica del “nonostante tutto“.

Accresci la tua assertività, valorizza i tuoi pensieri, le tue idee e anche i tuoi stati d’animo. Se qualcuno ti manca di rispetto o ti ferisce con le parole, fallo notare, in maniera molto tranquilla e autorevole.

Ti sentirai molto meglio!

Conosci il libro: “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie?!

10. Ferire altre persone

A volte succede… A volte dobbiamo mettere davanti il nostro stesso bene rischiando anche di ferire qualcun altro. Ma in questo caso mi riferisco alle persone che provano una sorta, quasi di “piacere” nel vedere soffrire il prossimo.

Che hanno tanta rabbia, odio e insoddisfazione (probabilmente per se stessi) da gioire delle disgrazie altrui.

Anche se non è una persona per la quale simpatizziamo se possiamo scegliere tra il ferirla e il donare il nostro meglio, opta sempre per quest’ultimo. Non possiamo sapere che problemi stia davvero affrontando, non possiamo comprendere tutte le ragioni per le quali qualcuno decide di agire in un determinato modo piuttosto che in un altro. E soprattutto non sappiamo come possiamo agire e comportarci noi se ci trovassimo in quella situazione, dato che non abbiamo provato il loro vissuto.

Semplicemente non possiamo!

Non possiamo controllare niente e nessuno che sia esterno a noi, ma possiamo sempre scegliere come vogliamo reagire!

Donerai il tuo meglio o cederai ad una veloce vendetta, preferendo vedere soffrire una persona?

Un detto popolare recita:

“Fai del bene e scordatelo, fai del male e pensaci”.

11. Ferire te stesso

In che modo stai continuando a ferirti? Non amandoti.

Magari non ti accetti completamente e ti viene difficile perdonarti. Questo perché noi siamo i nostri giudici più severi come dicevamo, ma anche perché non ci rispettiamo abbastanza e ci priviamo dell’amore che meritiamo!

Meriti di essere felice, meriti di rivolgere a te stesso l’amore che forse hai cercato troppo da altri o dalle situazioni.

Perdonati e ricomincia da oggi ad essere la versione migliore di te stesso! La tua luce può ispirare altre persone a cambiare e migliorarsi, scatenando una serie di eventi a catena che avranno ripercussioni mondiali!

Tutto inizia da noi!

Tutto inizia da te!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari