7 Lezioni positive da una pandemia globale

In questo 2020 siamo stati testimoni di cambiamenti mondiali, possibili catastrofi fino ad arrivare ad una pandemia globale. La paura e la poca esperienza ha portato cittadini e governi a nuove enormi sfide da affrontare. Siamo stati costretti a separarci dai nostri affetti più cari, dai nostri amici e dalla nostra quotidianità, ci troviamo al cospetto di un’immensa crisi economica che chiederà ulteriori sacrifici da parte di tutti. Abbiamo assistito a tanta paura e sofferenza, soprattutto per i nostri cari ai quali non abbiamo potuto dare l’ultimo saluto prima che la loro preziosa vita lasciasse questo mondo per trasformarsi e andare in un posto migliore.

Questo è stato dannatamente difficile!

Eppure questo è quello che è stato, non si può tornare indietro e non ha senso lamentarsi di come le cose potevano essere gestite diversamente, restiamo ancorati al presente, restiamo uniti come esseri umani e continuiamo a fare del nostro meglio per il bene di tutti.

“Non tutti i mali vengono per nuocere”, in effetti concentrarsi su tutti gli aspetti negativi non aiuta, anzi alimentiamo ulteriore paura, rabbia, stress e sofferenza, quindi impariamo a volgere la nostra attenzione su quelli che sono stati gli aspetti positivi dei quali dobbiamo prendere consapevolezza!

Non possiamo controllare gli eventi esterni a noi, ma possiamo e dobbiamo imparare a controllare il nostro essere interiore. Come possiamo reagire positivamente a tutto ciò? Cosa posso imparare per crescere e migliorarmi? Quale aiuto posso offrire alla comunità per superare al meglio questa crisi?

Impariamo quindi a gestire le nostre emozioni, i nostri pensieri, portando la nostra attenzione alla ricerca di soluzioni e non di ulteriori problemi!

In questo articolo vedremo proprio le migliori lezioni positive che possiamo trarre da una pandemia globale come quella del COVID-19.

Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza. I caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici.

Khalil Gibran

1. Abbiamo molto per cui sentirci grati

Ti ricordi il famoso post che girava su Facebook all’inizio di questa epidemia: “I tuoi nonni furono chiamati in guerra, a te viene chiesto di rimanere sul tuo divano. Puoi farlo!”.

Dimmi, non credi che questa semplice frase metta tutto in una prospettiva diversa?

Chi davvero dovremmo ringraziare e ricordare il bene che hanno fatto sono tutti i medici e infermieri che hanno dimostrato al mondo intero il potere dell’Amore e della bontà presente in ognuno di noi! Fornendo una potente lezione di determinazione e di unione nel raggiungere un grande scopo condiviso: salvare il maggior numero di vite umane!

La mia personale gratitudine va anche a tutti coloro che hanno continuato ad esporsi lavorando nei supermercati, negli alimentari, ma anche alle forze dell’ordine, ai volontari e a chiunque abbia avuto rispetto di se stesso e del proprio attenendosi alle ordinanze!

Quante cose davamo per scontate?

Uscire a passeggiare mano nella mano, fare colazione al bar prima di andare a lavoro, incontrare i genitori e i cari nel weekend, uscire a fare l’aperitivo con gli amici. Quante sono le cose che davamo per scontate senza apprezzarle e che abbiamo cominciato a notare solo dal momento in cui ci sono state tolte?

Cosa stai dando per scontato ora?

Hai la salute? Possiedi una connessione internet? Puoi riposare sopra un letto comodo? Hai la possibilità di leggere, investire su di te, apprendere cose nuove e migliorarti? Ti puoi godere i piccoli piaceri della cucina, imparando nuove ricette, mettendoti alla prova? Puoi approfondire le tue passioni e sviluppare la tua creatività recuperando le energie?

Pensi ancora di non essere fortunato?

Nella meditazione mindfulness, si cerca di sviluppare la propria consapevolezza in modo da vivere con maggiore intensità il presente, esprimendo profonda gratitudine per tutte le piccole cose, alzando i nostri valori energetici, sintonizzandoci ad una mentalità positiva!

2. L'importanza di una mentalità positiva

Cosa puoi risolvere in uno stato emozionale negativo? Niente! Troverai ulteriori problemi e sfide troppo grandi per essere superate! Entrando in uno stato mentale positivo, invece, riesci a guardare le cose da un’altra prospettiva, fare un passo indietro e vedere il quadro più ampio!

La conseguenza? Ti concentrerai più sulle soluzioni che sui problemi!

Concentrarsi su quello che non funziona non lo farà funzionare magicamente! Questa è un’importante lezione presente nella Legge di Attrazione, l’energia va dove noi poniamo l’attenzione!

Non sto dicendo di diventare ottimisti appassionati, ma dei positivi realisti. Ognuno di noi ha le famose giornate “no” e i problemi da risolvere, ma se non ti concentri sulle soluzioni, come pensi di risolverli? E soprattutto, come pensi di trovare le soluzioni se sei in uno stato mentale di rabbia, sofferenza o frustrazione?

Impariamo allora ad autogestire il nostro mondo interiore: azioni, pensieri ed emozioni. Comprendi il modo in cui “rispondi” a qualsiasi cosa accada al di fuori del tuo spazio interiore (eventi, persone, situazioni) dipende totalmente da te. Puoi sempre scegliere come reagire a qualsiasi situazione, tutto dipende da quale interpretazione gli darai!

C’è molto potere nella speranza e nella fede. Una mentalità positiva aiuta a rafforzare il nostro sistema immunitario con la serotonina, l’ormone del benessere. Stare bene ci mantiene in salute fisica e mentale!

Impariamo quindi dalle nostre esperienze e diventare più resilienti, più saggi e più forti.

3. Lo spirito resiliente vive nel presente

Se non affrontiamo la paura, entreremo facilmente in preda al panico! D’altronde la paura è sempre stata quell’incredibile energia che si è riservata un posto speciale nel nostro cervello, garantendoci la sopravvivenza per milioni di anni! Il problema è che non sappiamo più discernere tra paure razionali e irrazionali.

Seneca, esponente dello stoicismo, ci insegnò come resistere all’ansia e altri preziosi consigli ci arrivarono grazie agli insegnamenti buddisti.

Ma cosa possiamo fare quando la nostra mente comincia a popolarsi dalle domande: “E se…”?

Ad esempio, alcune delle preoccupazioni più diffuse da quando questa pandemia è decollata sono state:

Domanda:
E se finissimo senza cibo? Cosa mangeremo io e i miei cari?”
Effetto: assalto ai supermercati

Domanda:
E se mia madre che è autoimmune si ammalasse?”
Effetto: assalto alle farmacie o spendendo 60€ per una mascherina

Domanda:
E se perdo i miei risparmi, cosa succederà?”
Effetto: depressione, aumento ansia, stress e di relativi “strumenti” per arginare (alcool, sigarette, antidepressivi…)

Ora, queste preoccupazioni sono umane, è normale averle provate, ma prendi consapevolezza che questi sono solo “pensieri”. Che senso ha fasciarsi la testa prima di rompersela? Perché stai già presupponendo che le cose vadano per il peggio? Se davvero andassero per il peggio cosa potresti fare per affrontare al tuo meglio la situazione?

Impara a scegliere quale tipologia di pensieri usare per alimentare la tua mente. Se ti sorprendi in uno stato mentale ed emotivo “tormentato”, comincia a mettere tutto in dubbio! Liberati dalle credenze negative e limitati in pochi minuti!
Chiediti se è vero? Se è uno scenario molto possibile? Ipotizza se magari non stai esagerando un po’ troppo.

Qualsiasi cosa sia deriva dal futuro e questo non ci è dato sapere di come sarà, quindi impegnati a vivere consapevolmente nel presente, perché è nel “qui e ora” che le nostre azioni scrivono il nostro domani!

4. Possiamo cambiare!

Questa forse è una delle più grandi lezioni su come abbracciare il cambiamento! In caso di necessità, ognuno di noi possiede una propria capacità di adattamento, chi più sviluppata e chi meno. Ricordiamoci che secondo la teoria di Darwin non sopravvive la razza più forte o più intelligente, ma quella che si adatta meglio!

E come ti puoi adattare al meglio se continui a deprimerti, trovare problemi e non vedere alcuna via d’uscita? Una mentalità positiva attiva la tua naturale capacità di sopravvivenza, portandoti a farti domande di qualità che stimolano la tua capacità di “Problem solving”! Ci sono sempre soluzioni, a qualsiasi problema, spesso però abbiamo solo paura di affrontare un cambiamento!

Sviluppa quindi la tua creatività e aggrappati alla tua tenacia, alla tua forza di volontà e al tuo coraggio per cambiare! È nel cambiamento che risiedono le migliori opportunità!

Quante cose prima dell’epidemia sembravano impossibili? Già solo lo “smart working” o lo studio a distanza!

Certo, è da perfezionare! Ma questo è il bello, cercando le soluzioni, con una mentalità positiva possiamo SEMPRE crescere e migliorare!!!

Soprattutto per il nostro futuro dobbiamo fare tesoro di questa esperienza per iniziare un cambiamento a livello globale, più rispettoso per la nostra salute, le nostre priorità, ma anche quelle del prossimo e del nostro pianeta!

5. Nella vita non c'è solo il "fare", ma anche "l'essere"

È vero, il denaro è sicuramente uno strumento necessario alla nostra sopravvivenza, ma quante cose ci siamo preclusi mettendolo al primo posto?
Molti pensano: “Quando avrò abbastanza soldi per non lavorare più sarò felice…” Ci credi davvero? Cosa ci impedisce di dare maggiore valore a noi stessi, scegliendo di essere felici in questo preciso momento?

Oggi stiamo ricevendo il dono del nostro bene più grande e più prezioso: il tempo! Questo è inesorabile, passa e non torna indietro. Non sarebbe quindi il caso di usarlo al nostro meglio, riscoprendo i nostri valori fondamentali, trovando al nostra missione di vita, approfondendo le nostre conoscenze e magari sviluppando maggiore introspezione?

Ad esempio: hai già scaricato TUA (Tecniche Uniche Autostima)? Potresti cambiare la tua vita se sceglierai di sviluppare una sana autostima di te stesso e delle tue capacità, affrontando meglio le avversità e sviluppando maggiormente la tua resilienza. Che aspetti? È GRATIS!

Usa questo tempo per leggere (ti consiglio “La Rivelazione”), essere più creativo, scrivere poesie, tenere un diario, guardare film motivanti, documentari, goderti intensamente questo tempo! Magari sviluppando delle buone e sane abitudini non solo per la quarantena!

Non cercare la tua felicità fuori, spingiti a cercarla “dentro” di te!
Dormi, allenati, ricarica le energie, prega, medita. Rifletti su ciò che è davvero importante per te e su ciò che ti rende veramente felice.

Durante questi periodi di maggior dolore, siamo invitati a imparare nuovi modi di “essere”: fare di meno ed essere di più.

Riconnettiamoci con la nostra vera natura umana.

6. Insieme siamo più forti

Dopo aver ringraziato chi ha dato il massimo impegno in questo periodo, vorrei esprimere un profondo messaggio di vicinanza a tutti coloro che si trovano in una situazione critica. Infatti molti fiorai, parrucchieri, bar e ristoranti e (purtroppo) molti altri si trovano in una condizione assoluta di crisi e disperazione.

È nostro dovere e nostra responsabilità unirci per continuare a sostenerci e per sopravvivere! Insieme siamo sempre più forti! Lasciamo da parte l’avidità, il rancore e la rabbia, il mondo ne è già pieno di cose anche più negative come: la fame, la povertà, le guerre. Le atrocità non mancano mai, ma quello che ci insegna una pandemia è che di fronte alle avversità, siamo tutti uguali e apparteniamo tutti ad un “uno” collettivo.

Il virus non fa differenze di etnie, religioni, poveri, ricchi, buoni, cattivi, è un nemico per il quale siamo tutti uguali.

Riscopriamo allora il nostro antico legame, l’unità che ci permette di collaborare, di donare, di aiutare il prossimo incondizionatamente, perché è bello e ci rende migliori fare del nostro meglio per gli altri!

Approfittiamo quindi per riscoprire il sostegno, la comunità, la compassione, l’empatia, la collaborazione, la gentilezza e tutti questi grandissimi valori umani che ci nobilitano!
Guardati attorno, oltre alla sofferenza non noti anche tanta gentilezza, bontà d’animo, voglia di aiutare e fare di più? Non vedi forse speranza?

Cosa pensi che accadrebbe se ognuno di noi facesse la sua parte, per quanto piccole e insignificanti le nostre azioni possano sembrare rispetto al quadro globale hanno comunque un impatto! L’acqua col tempo erode e scava nella roccia, goccia dopo goccia! Diventiamo noi stessi quella goccia! Facciamo sempre del bene e diventiamo ogni giorno la versione migliore di noi stessi!

Molti offrono volontariamente i loro soldi e il loro tempo in questi giorni ai più bisognosi. Si condivide il cibo, le medicine e le altre cose essenziali. Se puoi, nel tuo piccolo cerca di supportare coloro che non hanno alcun risparmio o reddito.

Basta poco! Alcuni acquistano fiori freschi e generi alimentari dai piccoli negozi locali dietro l’angolo, oppure dei buoni regalo da utilizzare in un secondo momento in modo che si possano mantenere in vita le piccole imprese. Oggi come non mai le piccole imprese hanno bisogno dell’aiuto di tutti quanti noi!

I musei organizzano tour virtuali gratuitamente. Cantanti famosi invitano i loro fan a vivere concerti dallo spazio sacro e intimo dei loro salotti.

Ognuno di noi ha qualcosa di valore da offrire al prossimo per diffondere un po’ di bene e di positività, dando speranza e rafforzando un legame di unità che avevamo dimenticato da troppo tempo!

Meditazioni collettive e preghiere si svolgono in tutto il mondo.

7. Le sfide portano sempre alla crescita

Una crescita reale e sostenibile avviene quando il gioco si fa duro, cioè nei momenti difficili e non quando tutto è bello e facile.

Ci siamo adattati bene, abbiamo cambiato molto, ora la domanda che tutti noi dovremmo porci ogni giorno è: “Cosa possiamo fare per migliorare?”.
Cerchiamo di migliorare costantemente i nostri servizi, puntiamo sulla qualità! Ad esempio su reti internet disponibili a basso costo, più forti con copertura per tutto il paese, in modo da facilitare la ristrutturazione del sistema scolastico e lavorativo, trasformandolo sempre più “smart”. Una cosa non è detto che escluda l’altra! Le lezioni in aula e il lavoro in ufficio ci potranno sempre essere e ci saranno, ma forse possiamo valorizzare meglio il nostro tempo rafforzando questi strumenti in modo da passarlo più vicini alle persone che amiamo!

Molte, anzi, tantissime persone hanno perso il lavoro, il che è davvero triste e rappresenta una sfida notevole. Tuttavia, quanti facevano effettivamente il “lavoro dei sogni”? Qualcosa che li appassionava veramente e che non si limitava al “basta portare la pagnotta a casa”? Molti altri erano bloccati dalla paura di rimanere senza preferendo la sicurezza, rinunciando così ai propri sogni, alle proprie passioni, sviluppando stress, infelicità, frustrazione, che si riversavano in svariati problemi di salute, di coppia e in ogni aspetto della propria vita!

Cambia prospettiva! Trasforma questo evento in una nuova opportunità per trovare qualcosa di significativo, qualcosa che ti porta davvero gioia e soddisfazione autentiche. Ricreati, sii originale, investi in te stesso e nelle tue capacità! Torna a studiare, fai pratica come puoi!

Concediti del tempo per riflettere su come cogliere questa immensa opportunità, magari ristrutturando la tua attività, rinnovando i servizi, creando qualcosa di diverso, più originale! Ricordati quanto abbiamo detto sul cambiamento e sulla teoria di Darwin. Non sopravvive il più forte o il più intelligente, ma quello che si adatta meglio!

Questo vale per tutti, piccole o grandi imprese!

L’inquinamento era da sempre a livelli insostenibili e noi non facevamo altro che alimentarlo aggravando la nostra salute, fregandocene altamente delle conseguenze! Ecco quali sono state le conseguenze che non hanno aiutato a migliorare la nostra situazione! 

Riducendo il traffico, è stata ridotta anche la spazzatura per le strade, guadagnando aria e acqua più pulite! Lasciamo respirare il nostro pianeta stanco, non aspettiamo che debba intervenire un’altra pandemia per evitarci l’autodistruzione, agiamo prima! Svegliamoci!

Spero che da questa situazione si farà attenzione non solo ad una maggiore igiene personale (che non serviva un virus per ricordarci di lavare le mani o di starnutire in faccia agli altri!), ma anche ad una più frequente pulizia interiore.

Ogni fine settimana scrivi nel tuo diario quali sono stati i tuoi progressi fino a qui e imponiti degli obiettivi stimolanti che ti permettano di crescere e di migliorarti nel corso della settimana successiva!

Valuta se nei 7 giorni precedenti sei stato per la maggior parte del tempo entusiasta, appassionato, felice, centrato, energico, oppure se l’hai passato: triste, lamentandoti, deprimendoti, frustrandoti. Agisci per cambiare, migliorando!

È tempo di evoluzione, creatività e connessione. Cerchiamo di essere la luce che vogliamo vedere nel mondo e collaborare per uscire più forti e più saggi da questa situazione, più uniti, più gentili, più collaborativi e più efficienti! Soprattutto chi è pagata per guidarci, spero che si prenderà davvero la piena responsabilità delle proprie azioni e decisioni, perché noi stiamo aprendo gli occhi, stiamo evolvendo nonostante tutto, puntando a migliorarci sempre!

Lasciamo indietro la paura, la rabbia, la tristezza e lasciamo che sia l’Amore l’emozione primaria a guidare le nostre vite!

Grazie! Ti auguro una meravigliosa esplorazione ed un’autentica rinascita!

Il futuro è nelle nostre mani!

Lascia un commento

Albert

Albert lo Scimpanzé è l'autore principale del progetto EsplorativaMente. La sua conoscenza approfondita e la sua passione, lo portano a coprire diverse tematiche riguardanti la Crescita Personale, portando riflessioni e tecniche sulle potenzialità della nostra Mente.
Chiudi il menu