Scopo della vita: 2 passi per trovarlo

Qual è lo scopo della vita? Come possiamo trovare quella cosa che ci permette di vivere una vita piena, felice e appagante?

Ti avevo già proposto un esercizio per trovare il tuo Scopo, ma in questo articolo desidero riproporti l’argomento estendendolo, portandoti ad una riflessione più profonda e fornendoti altri 2 modi (molto pratici) per trovarlo!

Sei pronto a dare un senso profondo alla tua vita?

Non sarà semplice, questa sarà una vera e propria Esplorazione nel tuo mondo interiore.

Armati di coraggio e di buona volontà, perché solo così potrai andare a fondo a questo viaggio profondo dentro di te.

Tabella dei Contenuti

L’essenza dello scopo di vita: la ricerca

L’essenza dello scopo di vita: la ricerca

Ti è mai capitato di ritrovarti in momenti “morti” della giornata in cui ti cali in pensieri più profondi su te stesso dove ti poni domande potenti, cercando risposte altrettanto potenti?

Potresti sentirti confuso, quando ti parlano del futuro o del senso della vita potresti sentirti a disagio perché tu non sai ancora bene cosa desideri o perché lo desideri.

Questo girovagare nella nebbia ti confonde e ti fa sentire davvero frustrato.

Guardandoti attorno poi, potresti vedere delle persone che sembrano nate per fare una cosa particolare. Potresti aver sentito storie di scrittori o musicisti (come Mozart) che fin da piccoli hanno inseguito le loro passioni, rendendolo il loro scopo di vita

In fondo, anche tu vorresti conoscere cosa ti può spingere in avanti, verso il progresso.

Ecco la cosa bella: anche tu puoi trovare il tuo scopo se scegli di esplorare a fondo dentro di te per far emergere la verità.

Immagina di essere un Michelangelo che scolpisce lentamente il blocco di marmo per rivelare il capolavoro che risiede al suo interno.

Ecco, lo scopo della tua vita è proprio questo capolavoro, in agguato sotto la superficie, in attesa di essere portato alla luce.

Il modo più veloce per trovare uno scopo nella vita è attraverso l’arte dell’introspezione: immergersi nelle essenze più profonde di chi sei per estrarre tutti i pezzi necessari per assemblare il puzzle dello scopo.

Noi siamo esseri speciali, in quanto siamo UNICI.

Allo stesso modo ci potranno essere scopi della vita simili tra di loro, ma sempre unici nelle loro infinite sfumature.

Questo significa che tu devi trovare il tuo senza lasciarti influenzare troppo dagli altri.

Per qualcuno lo scopo si manifesterà sotto forma di una determinata carriera o professione, mentre magari per altri potrebbe esprimersi in un particolare modo di “essere” o di espressione.

Il mio è quello di continuare a crescere, imparare ed esplorare il potere della nostra mente, le nostre potenzialità, e fare del mio meglio per aiutare chi lo desidera a fare altrettanto, per vivere una vita felice, piena e appagante.

Esatto, per me lo scopo della vita è come un’epica esplorazione nella vastità infinita dello spazio (del nostro mondo interiore).

Perché vuoi trovare il tuo Scopo?

Perché vuoi trovare il tuo Scopo?

In definitiva, stai cercando di migliorare la tua vita e vivere una vita significativa, o come la definirebbe Vishen Lakhiani nel suo libro “Codice della mente straordinaria”, desideri avere e vivere una “vita straordinaria”. 

Insomma, vuoi più gusto, più sapore, più pienezza, più di tutto

In senso stretto desideri diventare una persona migliore.

Svegliarti la mattina nel migliore dei modi, colmo di energia e vitalità, saltando giù dal letto con una sete di vita che non provavi da quando eri bambino.

Ricordi come eri eccitato la mattina di Natale?

Io personalmente facevo una gran fatica ad addormentarmi e all’alba mi fiondavo giù dal letto, catapultandomi in salotto a controllare se c’erano i regali!

Il tuo scopo di vita può essere il motore che genera l’energia necessaria per tutto questo. 

Uno scopo superiore può essere la tua connessione a qualcosa di più grande, qualcosa che ti permetterà di lasciare il tuo segno nel mondo, di fare davvero la differenza

Tuttavia, il tuo PERCHÉ potrebbe essere diverso. 

Prima ancora di lasciare un terreno solido, hai bisogno di questo come base, nel caso in cui le cose diventino un po’ nebbiose e ti facciano smarrire il tuo orientamento. 

Trova ORA il tuo grande PERCHÉ rispondendo a questa semplice, ma potente domanda:

“Perché vuoi trovare il tuo scopo nella vita?”

Annota o ricorda quello che succede.

Potrebbe essere uno dei motivi che abbiamo detto sopra o potrebbe essere qualcosa di completamente diverso. 

Qualunque cosa sia: accettala!

Esercizio Pratico per trovare il tuo grande perché

Può succedere che non trovi subito la risposta.

Cominciare però a porsi la domanda ripetutamente ti aiuterà a portarla alla luce.

Solo cercando potrai trovare la tua risposta.

Quindi, continui a riflettere e a meditare sulla domanda, ma poi, delega il compito alla tua Mente Subconscia.

Lascia che sia lei a suggerirti la risposta corretta.

Quello che dovrai fare tu è di mantenere un atteggiamento mentale aperto e disponibile a possibili intuizioni che arriveranno in momenti dove sarai rilassato, come: sotto la doccia, mentre passeggi.

Il mio consiglio è quello di porti la domanda prima di addormentarti e aspettare il mattino per ascoltare le tue intuizioni.

Non è un caso se un famoso detto suggerisce che la notte porta consiglio.

La risposta potrebbe esserti apparsa in sogno, per mezzo dell’inconscio (quindi tieni vicino un pezzo di carta e una penna per scrivere appena ti svegli TUTTO quello che ricordi, anche se è apparentemente insensato!).

Oppure, potrà apparirti mentre ti lavi i denti come una sorta di “illuminazione” improvvisa.

Non bloccare la creatività

Sviluppa la tua fede (il primo dei 15 passaggi per sviluppare il tuo Dialogo Interiore Positivo) e affidati ad un potere superiore!

Trova un mantra, una credenza potenziante, da ripeterti continuamente. Ad esempio:

“Tutto procede come deve procedere, ovvero tutto accade per il mio meglio”!

Scopo della vita e la gerarchia dei bisogni di Maslow

Piramide dei bisogni di Maslow banner

Abraham Maslow è stato uno psicologo statunitense che è diventato noto soprattutto grazie alla sua teoria sulla gerarchizzazione dei bisogni umani.

Secondo lo psicologo, noi esseri umani viviamo e ci comportiamo in modi differenti a seconda di dove ci troviamo in questa piramide.

Il livello più basso di questa piramide è costituito dai bisogni fisiologici, quindi avere cibo e acqua, riposo, un tetto sulla testa e via dicendo. Soddisfatto questo bisogno saliamo di un livello, quello della sicurezza, che può essere: fisica, di occupazione, morale o di salute.

Il livello successivo della piramide è quello dell’appartenenza. Essendo creature sociali abbiamo bisogno di sentirci appartenere ad un gruppo, dove ci sentiamo al sicuro e accettati. Costruiamo quindi la cerchia di amici, di affetti, i familiari e troviamo la nostra intimità sessuale.

A questo punto il prossimo bisogno è quello della stima: sia da parte degli altri che da parte nostra (autostima). A questo punto della vita cerchiamo riconoscimenti dagli altri, magari nel lavoro o altro, desideriamo il rispetto reciproco, la realizzazione personale e professionale, sviluppiamo così l’autocontrollo.

Infine, nell’ultimo livello, in cima alla piramide dei bisogni umani, Maslow ha identificato quello dell’autorealizzazione.

La nostra anima brama la Crescita, ecco perché un percorso di Crescita Personale può portare sempre ad enormi benefici. A questo livello appartengono: lo sviluppo di una propria moralità (riscoprendo i propri valori fondamentali), la creatività, la spontaneità, le capacità di Problem Solving, l’accettazione e l’assenza di pregiudizi.

Gli strumenti per la tua Esplorazione Spaziale

Gli strumenti per la tua Esplorazione Spaziale

Prima di ogni grande avventura, bisogna assicurarsi che abbiamo tutti gli strumenti (funzionanti) necessari e delle provviste sufficienti. 

Per questa ricerca gli strumenti sono davvero semplici: avrai bisogno solo di una penna, un pezzo di carta e l’ardente desiderio a scoprire il tuo Scopo

Ecco fatto: ora sei pronto per partire.

Ma prima di andare, ci sono alcune cose che dovrai Accettare in anticipo. 

Pensa a questi elementi come al codice di condotta alla base del tuo viaggio spaziale.

  1. Accolgo con favore il duro lavoro e lo sforzo faticoso che servirà per portare alla luce il grande lavoro della mia vita.
  2. So che il mio scopo potrebbe non essere immediato oppure ovvio, ma dedicherò del tempo per continuare a cercarlo.
  3. Credo, sono fermamente convinto, che trovare il mio scopo sia una cosa del tutto Possibile.
  4. So che trovare lo scopo della mia vita può portare a cambiamenti anche drastici, ma sempre in positivo.
  5. Sono consapevole che trovare lo Scopo della mia vita mi donerà con il potere di plasmare il mio destino.

Dopo che avrai letto queste affermazioni e permesso che queste parole si possano radicare nella tua Mente Subconscia, sei finalmente pronto per accendere il motore della tua astronave e prepararti per il decollo. 

I tuoi strumenti sono potenti e la tua mente è pronta: complimenti!

Sei già arrivato più lontano di quanto non faccia mai la maggior parte delle persone. 😉

Impara a domare i Draghi Interiori

Impara a domare i Draghi Interiori

Andare nello spazio non è per tutti.

Gli astronauti si sottopongono ad anni e anni di intenso allenamento, non solo fisico, ma soprattutto mentale

Perché la cosa peggiore dello spazio è il vuoto, il senso di infinito che ti sopraffa e diventa una sensazione quasi schiacciante che ti mostra come noi non siamo altro che “piccoli atomi” in un Universo complesso ed infinito.

Nello spazio tutto è nuovo, ti trovi completamente nell’ignoto e sai che tutto dipende da te, nessuno potrà venire (in tempo) in tuo soccorso. In quel momento tu sei davvero l’unico Responsabile della tua vita.

Questa paura sicuramente può essere molto forte, ma se la senti è un bene! Sei umano!

La paura non deve schiacciarti, questa può diventare un potente alleato in quanto fonte di una grandissima energia che puoi reindirizzare in qualcosa di più costruttivo. Sarai più attento e concentrato sulla tua missione! 

Il primo Drago da domare quindi è quello che riguarda le tue convinzioni limitanti.

Queste potrebbero manifestarsi sotto forma di dialogo interiore negativo, dove cominci a criticarti e a reputarti un folle per voler cercare il tuo Scopo.

Noi siamo i nostri giudici più severi, troppo spesso ci rivolgiamo parole crudeli e, in questo caso, queste potrebbero essere: “Non meriti di avere uno scopo”, o “Non troverai mai quello che stai cercando”.

Ferma questo dialogo e ricontestualizza la situazione.

Comprendi che è la paura che parla per te, non sei tu.

L’obiettivo principale di questo dialogo interiore negativo è quello di PROTEGGERCI da eventuali delusioni e, in generale, dalle sofferenze.

Questo dialogo cerca di farti sentire a tuo agio, al sicuro nella tua comfort zone. Ma se gli darai ascolto sarai sempre infelice, perché starai sacrificando la libertà e la crescita della tua anima.

Ricordi la storia dell’aragosta?

La curiosità porta alla Consapevolezza

Per combattere il tuo dialogo interiore, quindi devi prima notare che sta accadendo. 

Quando inizi a prestare effettivamente maggiore attenzione ai pensieri mentre stanno percorrendo una spirale negativa, perdono il loro potere. 

Anche una piccola scintilla di luce è capace di dissolvere l’oscurità più fitta.

Questa luce è il potere della consapevolezza, grazie al quale potrai riprendere il controllo su te stesso.

I tuoi Draghi Interiori sono come dei Guardiani che, a modo loro, cercano di proteggerti.

Conoscerli e comprendere il perché delle loro azioni ti darà il potere di domarli e sfruttarli a tuo favore per vincere le tue battaglie!

Il modo migliore per impedire a queste convinzioni di interrompere il tuo viaggio prima che inizi è quello di cominciare a Studiarle.

La tua arma vincente sarà la tua Curiosità!

Devi voler sapere tutto di loro: da dove sono arrivate, cosa le ha generate, in quali occasioni passate sono emerse, come ti hanno aiutato, come ti hanno ostacolato e così via dicendo.

Diventa un Ricercatore Spaziale!

La verità sarà la tua forza segreta.

Metti in pratica:

Quando ti imbatti in una convinzione che sta minacciando di interrompere il tuo viaggio, fai un respiro profondo e sfidala guardandola dritta negli occhi, quindi agisci comunque! 

Tra poco saprai quali sono le azioni migliori da intraprendere (nel capitolo successivo), quindi tieniti forte. Sappi solo che nonostante tutto, tu agirai!

Questo ti insegnerà a sviluppare il tuo “muscolo del coraggio”, e il suo coraggio centrato sul cuore ti darà qualcosa su cui appoggiarti durante la tua ricerca incerta.

Per ricapitolare: quando una convinzione limitante ti viene incontro come: “Non merito di conoscere il mio scopo“, prima farai brillare la tua luce della consapevolezza sulla convinzione, guardala in faccia, sfidala e quindi, decidi di agire subito.

Le Domande giuste: i 2 passi pratici per trovare lo Scopo della Vita

Le Domande giuste: i 2 passi pratici per trovare lo Scopo della Vita

“Le domande di qualità creano una vita di qualità. Le persone di successo pongono domande migliori, e come risultato, ottengono risposte migliori.”

– Tony Robbins

A questo punto potresti aver già trovato la risposta al “Perché” tu lo stia facendo, o quanto meno lo stai già ricercando e magari noti che comincia a prendere forma un’idea confusa che si delineerà meglio col tempo.

Una volta che lo avrai definito saprai superare qualsiasi ostacolo, sei pronto per il tuo viaggio spaziale.

“Il 20% di ogni cambiamento sta nel conoscere come – il restante 80% sta nel conoscere perché.”

– Tony Robbins

Passaggio 1: le domande che rivelano l'anima

  • Se avessi tutti i soldi del mondo, come passeresti il ​​tuo tempo?
  • Come sarebbe il tuo giorno perfetto? Descrivi ogni dettaglio.
  • Quali attività infiammano di ardente passione la tua anima?
  • Cosa ti piace fare?

Queste dovrebbero già bastare per farti andare avanti. 

Non aver paura di immergerti in profondità con queste domande e di annotare TUTTO ciò che ti viene in mente.

Assicurati di creare un po’ di spazio per riflettere su queste domande. Niente è troppo stravagante, o sbagliato, quindi fai del tuo meglio per disattivare ogni tuo “filtro mentale”. 

Le migliori risposte arriveranno quando potrai disattivare il giudizio su te stesso.

Una volta che avrai queste risposte in mano, faremo una piccola esplorazione nei tuoi ricordi per trovare altre risposte.

Devi sapere che, quando sei un bambino, la tua esperienza di vita è più libera, giocosa, viva e autentica

I tuoi “capricci” guidano la tua vita e sei più collegato a una corrente più profonda. In questa fase della tua vita, il mondo esterno non ti ha ancora influenzato plasmando i tuoi sogni, hai accesso diretto alle tue passioni e ai tuoi scopi.

Avevamo tutti cose che amavamo fare da bambini, ma alla fine abbiamo rinunciato per una questione di praticità

Quello che faremo qui è di evocare quei ricordi per osservarli attraverso l’occhio di un esploratore curioso di fronte alla sua Saggezza da infante.

Passaggio 2: Connettiti con il tuo bambino interiore

  • Cosa ti ha portato una gioia immensa da bambino?
  • Cosa stavi facendo quando hai perso la cognizione del tempo?
  • Da cosa dovevano allontanarti (quasi a forza) i tuoi genitori?
  • Cosa amavi nel profondo, prima che il mondo ti influenzasse?

Ancora una volta, mantieni la tua mente aperta ad ogni possibilità. 

Se hai difficoltà a ricordare, ti può essere utile guardare una tua foto di quando eri più giovane, o prendere un vecchio animale di peluche o un altro oggetto che faciliti rievocare i ricordi di quel periodo.

Potresti anche chiedere ai tuoi genitori, a fratelli/sorelle più grandi se ne hai, o ancora ad amici di infanzia.

Scrivi a tuo piacimento e, se necessario, usa anche i pastelli colorati!

Non porti alcun limite.

I pionieri possono mappare il territorio

I pionieri possono mappare il territorio

Il bello di essere in posti inesplorati, nelle vastità dello spazio, è che puoi essere il primo a mappare quanto hai affrontato.

Le tue esperienze potranno aiutare e guidare altre persone che verranno dopo di te.

Questo però non significa che anche per te non sia utile. Scoprendo nuove cose (di te), potresti trovare un nuovo percorso, più efficace da seguire. Potresti tracciare nuove vie da seguire e da esplorare.

Metti insieme tutto quello che hai visto, provato e affrontato.

Come diceva Steve Jobs: “Unisci i puntini”, in modo da trovare i temi comuni e creare nuove associazioni, nuovi percorsi, o delineando una nuova direzione da seguire.

Hai scavato a fondo dentro di te, ottimo lavoro!

Il tuo compito ora è esaminare attentamente tutte le tue risposte e vedere se riesci a tirare fuori qualche idea comune presente in entrambe le liste.

Forse volevi diventare uno scrittore sin da quando eri un bambino, e mettere nero su bianco le parole che senti dentro su una pagina ogni giorno ti dà fuoco davvero. Creando nuove storie, nuove avventure. Se così fosse, ci sono buone probabilità che la scrittura possa essere coinvolta nello scopo della tua vita.

Forse sei sempre stato affascinato dalle stelle e dal cosmo (come me), leggendo libri di fantascienza come quelli di Asimov o di Douglas, e hai sempre sentito dentro l’ardente desiderio di scoprire ed esplorare.

La mia esplorazione ho deciso che voglio condurla dentro di me, più che al di fuori, esplorando l’infinito potenziale della mente, capendo come sfruttarla per aiutare anche altre persone (hai letto la mia pagina Chi sono?).

Magari il tuo senso di esplorazione è più pratico e meno “mentale”, quindi il tuo desiderio di avventura ti porterà a viaggiare e a conoscere tantissime idee e culture diverse. Oppure cercare il contatto con la natura selvaggia e incontaminata, trovando un posto in alto per osservare meglio le stelle!

Chissà! 

Trova il tuo Scopo della vita

Trova il tuo Scopo della vita

Lascia che la tua creatività regni sovrana e non preoccuparti se non riesci a stabilire subito una connessione.

A volte, come ti suggerivo prima, aiuta molto dormirci sopra e lasciare che sia il tuo subconscio a cercare la soluzione migliore per te.

Se hai fatto gli esercizi che ti ho proposto in questo articolo, sei sulla buona strada per trovare lo scopo della tua vita

E quando lo troverai, sono certo che lo avvertirai nel profondo delle tue ossa.

Hai un potenziale infinito dentro di te, spetta a te tirarlo fuori!

Se lo desideri, scrivimi qui nei commenti le tue impressioni, i tuoi pensieri o i tuoi desideri!

Buona Esplorazione!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari