Come sviluppare la Concentrazione di un monaco Zen

No, tranquillo, in questo articolo non ti spiegherò come diventare un monaco Zen. Tuttavia ti voglio dare alcuni consigli sul loro stile di vita in quanto sembrano influenzare molto la loro capacità di concentrazione.

In questo articolo troverai consigli e ottime strategie per sviluppare la tua concentrazione, una capacità veramente potente, soprattutto se:

  • ti rendi conto di avere difficoltà a portare a termine un compito alla volta
  • non raggiungi gli obiettivi che ti prefiggi
  • ti distrai facilmente da cose meno importanti
  • hai tante idee e progetti, ma non riesci a portarle mai a termine
  • ti sembra di non stare facendo abbastanza nella tua vita

Lo sviluppo della tecnologia ci ha portati nell’era dell’informazione, dell’intrattenimento e direi anche della distrazione. Se però non ci sviluppiamo anche noi, ne finiamo facilmente inghiottiti, in quanto i social e tutto il mondo dell’informazione è studiato per intrattenere, come?

Ti basti pensare che l’effetto egocentrico sulla persona da parte dei social, permette al  cervello di liberare dopamina, un neurotrasmettitore associato alle sensazioni di benessere, quindi, è come se il cervello in qualche modo ricompensasse il nostro egocentrismo! Numerosi studi infatti, ci avvertono sulla dipendenza che possono causare.

Ecco perché molte persone fanno fatiche a staccarsi dai più famosi Social, finendo per passarci un numero spropositato di ore, tempo prezioso che nessuno ci ridarà indietro e che potrebbe essere usato per trovare il nostro scopo e perseguire i nostri sogni, vivendo una vita più felice e più appagante. 

La concentrazione ci permette di riprendere il controllo sulla nostra mente, sviluppando autodisciplina e portando a termine i compiti veramente importanti per noi. 

Lo Zen non è una forma di esaltazione, ma è la concentrazione nelle nostre attività quotidiane. 

Shunryu Suzuki

Leggimi! 

Prima di iniziare con l’articolo ti chiedo di dedicarmi ora, un secondo del tuo prezioso tempo. Se vedi il Box qui sotto, ti chiedo solo di lasciarmi un “Mi Piace“. Questo mi aiuterà a crescere e a produrre materiale sempre di maggior qualità per un numero superiore di persone! Te ne sono Grato! 

Come sviluppare la concentrazione di un monaco Zen in 5 mosse

Qui di seguito ti illustrerò come possono bastare alcuni accorgimenti e quali tecniche adottare per sviluppare la concentrazione di un monaco Zen.  In realtà alcuni passi che ti mostrerò rappresentano un vero e proprio stile di vita per un monaco Zen, tuttavia è interessante notare come possiamo integrarle facilmente alle nostre abitudini di vita per aumentare la nostra capacità di concentrazione e vivere in generale una vita più felice e più consapevole.

Fai una cosa alla volta, limitando le distrazioni

Quando cammini, cammina. Quando mangi, mangia

Proverbio Zen

Quante volte ti sarà capitato infatti di trovarti a fare magari mille cose tutte insieme? Magari sei in ufficio a lavoro e mentre siedi di fronte al computer, sorseggi un caffè ascoltando la tua musica preferita, tenendo d’occhio il cellulare per vedere se ti arriva una notifica. Secondo te, se un chirurgo facesse così riuscirebbe a portare a termine un’operazione delicata

Quindi, prova a distogliere qualsiasi distrazione e rumore e rimani focalizzato su un’attività alla volta. Il nostro cervello è sicuramente capace di gestire il multi-tasking, ma solo quando queste attività diventano un’abitudine. Quando guidiamo, ad esempio, non prestiamo attenzione a tutto quello che facciamo, schiacciamo la frizione e cambiamo marcia in modalità “automatica“. Ma quando dovevi imparare eri cosciente e concentrato su ogni cosa che stavi facendo e sicuramente non ti mettevi a guardare il telefono e non parlavi molto appunto per massimizzare la tua capacità di concentrazione.

Impara a pianificare

Se non progetti la tua stessa vita, le probabilità sono che tu rientri nei piani di qualcun altro. E indovina cosa hanno progettato per te? Non molto.

Jim Rohn

Un piccolo consiglio, spesso perdiamo tanto tempo a portare avanti le nostre attività in quanto non sappiamo quale sia più importante. Ecco perché dovresti prendere la buona abitudine di svegliarti presto alla mattina e dedicare 10 minuti alla pianificazione della giornata. Puoi anche decidere di pianificarla la sera prima per il giorno successivo. 

Pianificando riesci a gestire e ottimizzare al meglio il tempo che hai a disposizione, dando la giusta priorità alle tue attività senza dimenticare di ritagliare del tempo da dedicare al tuo svago e alle tue relazioni. Così facendo vivrai una vita equilibrata e avrai le energie sufficienti a portare a termine il lavoro pianificato

Se tendi a rimandare sempre le cose da fare, scopri come smettere da subito di procrastinare!

Svuota la mente tra un'attività e l'altra

Una piccola impazienza rovina un grande progetto.

Confucio

Cerca di non farti prendere dall’ansia di finire tutto subito e tutto il prima possibile. Se mi hai ascoltato avrai tutta la tabella della giornata pianificata al minuto. Ricorda però che tra un’attività e l’altra devi considerare di dedicare del tempo al recupero delle tue energie, ad esempio potresti:

  • mangiare uno snack sano, come della frutta
  • fare qualche respiro profondo per rilassarti e “pulire la mente
  • concederti 5 minuti di “svago” sui social o su dei blog

Trova sempre del tempo alla lettura

Chi crede che leggere sia una fuga è all’opposto della verità: leggere è trovarsi di fronte il reale nella sua massima concentrazione, il che, stranamente, è meno spaventoso che avere a che fare con le sue eterne diluizioni.

Amélie Nothomb

Leggere sempre e leggere tanto! Assieme alla meditazione è il miglior modo per mantenere in allenamento il nostro cervello e indovina un po’? Esatto, leggere aiuta anche a sviluppare la nostra concentrazione, infatti non possiamo comprendere quello che leggiamo se non siamo pienamente concentrati no? Vedila un po’ come una palestra nel cervello, solo che al posto di sollevare dei pesi, sfogli delle pagine incrementando la tua materia grigia!

Meditazione (Mindfulness)

Questa, o monaci, la nobile verità sulla cessazione del dolore: il nobile ottuplice sentiero – retta visione, retta risoluzione, retto parlare, retto agire, retto modo di sostentarsi, retto sforzo, retta concentrazione, retta meditazione.

Buddha

Tra tutte le tecniche “recenti” che puoi trovare per aumentare (temporaneamente) la tua concentrazione, nessuna può sostituire questa pratica antichissima. Nel mio Blog troverai interessanti articoli riguardanti la Meditazione che ti consiglio di leggere.

Sono sempre di più gli studi che dimostrano l’efficacia di questa pratica e la sua potenza negli effetti che genera sul nostro cervello! Tra i vari benefici c’è appunto il riscontro dell’aumento della concentrazione.

La cosa fenomenale è che già dalla prima seduta potrai godere di alcuni benefici, che diventeranno a lungo termine se continuerai a praticarla con costanza!

La meditazione di Mindfulness, sarebbe quella della “consapevolezza“. L’obiettivo di questa pratica è proprio quella di aumentare la consapevolezza che abbiamo dentro e fuori di noi. Come praticarla?

In realtà è davvero molto semplice. Quello che dovrai fare sarà prenderti un momento di tranquillità e prestare attenzione a quello che succede dentro e fuori di te. Presta attenzione al tuo respiro e quando noti che la tua attenzione si perde in altri pensieri, prendine atto, accettalo e lasciali scorrere, riportando delicatamente la tua attenzione sul tuo respiro.

Non sarebbe bello meditare anche quando ci prendiamo una pausa per andare alla toilette, o mentre ci dirigiamo alla sala riunioni? Ebbene, puoi farlo grazie alla meditazione camminata!

Concludendo

La creatura vivente più debole, col concentrare i suoi sforzi su un singolo oggetto, può riuscire in qualcosa; laddove la più forte, col disperdere i propri su molte cose, può non realizzare nulla.

Thomas Carlyle

Ora hai a tua disposizione delle semplici, ma efficaci strategie e consigli da usare subito per incrementare naturalmente la tua concentrazione. Sicuramente essa dipende anche da altri fattori, come ad esempio una dieta equilibrata, il praticare uno sport e dedicare la giusta quantità di ore ad un sonno rigenerante, sono consigli sempre validi che ti aiutano a mantenere alti i tuoi livelli di energia, permettendoti di sfruttarla sempre al meglio.

Se ti è piaciuto e se l’hai trovato utile, aiutami a condividerlo. Usa i pulsanti che trovi qui in fondo per mandarlo ai tuoi amici. Se non l’hai già fatto all’inizio, ti chiedo di nuovo di lasciare un “Mi Piace” alla pagina Facebook di EsplorativaMente

Sono presente anche sui social Instagram e Twitter.

Ti Ringrazio di Cuore!

Buona Esplorazione!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari