Cosa sono i Chakra e come Attivarli tutti

Ti sei mai chiesto cosa significhi la parola Chakra e da dove essa derivi? Magari lo sai già, ma non sai come fare per Attivarli tutti

Ecco, in questo articolo vedremo nel dettaglio tutti e 7 i nostri Chakra. La consapevolezza che ne ricaverai ti sarà molto utile nel tuo processo di Evoluzione Personale, perché? Per fartela ora in breve e semplificando molto, puoi considerare i Chakra come alle riserve della nostra energia.

Attivandoli tutti potremmo liberare veramente il nostro pieno potenziale!

Se si vuole trovare i segreti dell’universo, bisogna pensare in termini di energia, frequenza e vibrazioni.

Nikola Tesla

Energia, frequenza e vibrazioni ti interessano? Perché non approfondisci anche le 7 Leggi Universali o principi ermetici?

Leggimi! 

Prima di iniziare con l’articolo ti chiedo di dedicarmi, ora, un secondo del tuo prezioso tempo. Se vedi il Box qui sotto, ti chiedo solo di lasciarmi un “Mi Piace“. Questo mi aiuterà a crescere e a produrre materiale sempre di maggior qualità per un numero superiore di persone! Te ne sono Grato! 

Cosa sono i Chakra?

Prima di procedere a spiegare cosa essi siano nel dettaglio è giusto fornire un chiarimento sul termine. Chakra è una parola che deriva dal sanscrito, indicando “ruota” o “cerchio“. Nello yoga, una pratica Hindu che si è sviluppata molto in oriente anche nella tradizione Buddista, vediamo come il nostro corpo non sia composto unicamente da quello visibile e materiale, ma anche da uno spirituale o energetico. Il prana, che deriva dal sanscrito e significa letteralmente “vita“, è tutto intorno a noi e dentro di noi. Questa importante energia scorre attraverso dei canali in tutto il corpo, fino a convogliarsi, tramite movimenti ascendenti e discendenti, in 7 principali centri energetici, formando una spirale di energia che ruota. Questi centri energetici sono i nostri Chakra.

  • 4 sono posti nella nostra parte superiore del corpo, governando in questo modo le funzioni della mente
  • 3 risiedono nella parte inferiore del nostro corpo, governando il nostro istinto  

Tutte insieme governano i nostri livelli energetici e le nostre qualità psicologiche. Non è raro che alcuni di questi centri siano più attivi di altri, mentre altri abbiano poca energia da sembrare chiusi.

Lo yoga e la pratica meditativa permette di trovare un equilibrio, aiutandoci a sentirci meglio. Infatti, se i Chakra non sono equilibrati tra di loro, è impossibile sentirsi in pace con se stessi.

In questo articolo li vedremo tutti in dettaglio e ti mostrerò come sia possibile per te aprirli in tutta sicurezza e comodamente da casa.

Quali sono i Chakra e Come Attivarli

In ogni paragrafo che seguirà troverai tutte le informazioni e tutti i particolari di un singolo Chakra alla volta.  Troverai il significato di ognuno di essi, le sue peculiarità ed esercizi per attivarli

Una volta che avrai acquisito queste nozioni ti consiglio di dedicarti subito alla pratica, in questo modo potrai testare su te stesso la loro efficacia. Se non dovessero funzionare subito, non ti demoralizzare, sii costante ed esercitati ogni giorno, in questo modo vedrai che pian piano ogni tua resistenza inconscia cadrà, permettendo all’energia di trovare un equilibrio dentro di te, che ti porterà a sentirti in pace, con te stesso e con il mondo.

I 7 Chakra sono, in ordine ascendente:

  1. Il Chakra della radice o Muladhara
  2. Il Chakra sacrale o Svadhisthana 
  3. Il Chakra del plesso solare o Manipura
  4. Il Chakra del cuore o Anahata
  5. Il Chakra della gola o Vishuddha
  6. Il Chakra del terzo occhio o Ajna
  7. Il Chakra della corona o Sahasrara

Il Chakra della radice o Muladhara

Chakra radice rosso

Il primo Chakra, partendo dal basso, è quello della radice, situato alla base della nostra colonna vertebrale, infatti, questo chakra rappresenta le nostre fondamenta.

Il colore della sua energia è il rosso, mentre l’elemento della natura a cui viene associato è la terra. Muladhara, rappresenta quindi il collegamento ai nostri istinti, alla sopravvivenza e alla sicurezza di sé.

Se il chakra è in qualche modo “bloccato“, porterà la persona ad essere timida, con scarsa fiducia in sé e negli altri e nervosa. 
Il chakra “iperattivo” riscontriamo caratteristiche come l’avidità e il materialismo, si è contrari al cambiamento e si dimostra una finta sicurezza.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Prendere più confidenza con il proprio corpo con dell’esercizio fisico, come quello aerobico, il ballo, saltare sul posto e così via. Un ottimo modo potrebbe essere la meditazione camminata
  • Usa lo yoga: congiungiti al terreno toccando terra a piedi nudi. Piega le ginocchia, divarica le gambe e tieni distese le spalle. Muovi il bacino, poi cerca di abbandonare il peso sui piedi per qualche minuto. Dopodiché puoi sederti incrociando le gambe, mantenendo la schiena dritta. Fai in modo che il pollice e l’indice si tocchino. Rilassati. Concentrati sulla zona dell’ano. Passa alla meditazione e recita il mantra del chakra della radice, producendo il suono “Lam”. Lascia che i tuoi pensieri si focalizzino sul significato di questo chakra, continua fino a quando non ti senti completamente rilassato. Al termine dovresti avvertire un senso di “pulizia interiore“.

Scheda di Muladhara

Posizione: estremità inferiore della colonna vertebrale, coccige
Aspetto principale: sicurezza
Colore: rosso
Elemento: terra
Pietre: granato, corallo rosso, rubino
Oli essenziali riequilibranti: garofano, rosmarino, zenzero, cipresso, cedro
Mantra: Lam

Il Chakra sacrale o Svadhisthana

Chakra sacrale arancio

Salendo, in ordine troviamo il secondo Chakra, quello sacrale, situato nell’addome sotto l’ombelico è collegato ai nostri sentimenti, emozioni e sessualità

Il colore di questa energia è l’arancio, collegato all’elemento naturale dell’acqua.

Quando non è abbastanza aperto, la persona tende ad essere un po’ introversa, potrebbe avere dei “blocchi” a livello sessuale e gelosia. Al contrario, se c’è troppa energia, abbiamo un impulso sfrenato alla ricerca ossessiva del piacere, si è troppo sensibili ed emotivi.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Attività come il nuoto, docce lunghe o balli concentrati sul movimento del bacino
  • Siediti sulle ginocchia e posiziona i pollici in alto, facendo in modo che la mano sinistra sia più in basso rispetto alla mano destra. Appoggiala sulla zona del grembo. Il centro è vicino all’osso sacro. Il mantra da emettere per l’apertura è “Vam”. Rilassati. Continua fino a quando non avverti la sensazione di relax e il senso di pulizia interiore.

Scheda di Svadhisthana

Posizione: sotto l’ombelico
Aspetto principale: emozioni, sentimenti e sessualità
Colore: arancione
Elemento: acqua
Pietre: agata, opale di fuoco
Oli essenziali riequilibranti: mirra, arancia amara, vaniglia, arancia
Mantra: Vam

Il Chakra del plesso solare o Manipura

Chakra plesso solare giallo

Manipura è il Chakra posizionato proprio nel nostro plesso solare (la parte alta del nostro addome, subito sotto il diaframma), responsabile di tutte le funzioni del nostro metabolismo, dell’alimentazione, ma soprattutto, della nostra volontà e autonomia.

Il suo colore è il giallo, mentre il suo elemento è il fuoco.

Se non funziona bene potresti riscontrare problemi intestinali, acidità, oppure egoismo, insoddisfazione personale, scarsa autostima e poca fiducia in se stessi.

Quando invece siamo nella situazione opposta, si tende a bramare il potere, eccessiva arroganza e sicurezza in se stessi.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Correre aiuta a scaricare la tensione accumulata, svolgere attività più interessanti lasciando perdere quelle noiose e cambiando la propria routine
  • Mettiti in ginocchio. Posiziona le mani giunte davanti a te, all’altezza dello stomaco. Incrocia i pollici. Ripeti il mantra “Ram” e rilassati. Continua fino a quando non senti di aver raggiunto la sensazione di relax e il senso di “pulizia interiore

Scheda di Manipura

Posizione: area del plesso solare
Aspetti principali: volontà, consapevolezza della vita e azione
Colore: giallo
Elemento: fuoco
Pietre: citrino, quarzo affumicato chiaro
Oli essenziali riequilibranti: chiodo di garofano, camomilla, limone, anice
Mantra: Ram

Il Chakra del cuore o Anahata

Chakra del cuore verde

Salendo troviamo il Chakra mediano, quello che unisce la nostra mente al corpo: il Chakra del cuore, situato al centro del nostro petto, responsabile delle funzioni del cuore. Se equilibrato, ci consente di amare profondamente, sperimentare la compassione e la pietà e provare un profondo senso liberatorio di pace.

Il suo colore è il verde, simbolo di armonia, amore per la natura e della salute, mentre il suo elemento è l’aria.

Curiosità: leggi chi era Gustavo Rol, il colore che gli permetteva di avere i suoi “poteri” era proprio legato al verde, in quanto anche lui notava la forza dell’amore e dell’equilibrio che questo colore ci dona con la sua frequenza, la sua vibrazione.

Quando il Chakra è poco attivo la persona risulta molto scontrosa, rifiuta l’amore, tende ad isolarsi. Inoltre, aumentano le probabilità di malattie respiratorie e cardiache. Al contrario, se è troppo attivo: si è ossessionati dall’amore dando agli altri un senso di soffocamento e si finisce in un egoismo eccessivo.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Esercizi di respirazione profonda, aprendo bene il petto, aiutare le persone facendo del bene, abbandonare l’odio (prova con la Gratitudine)
  • Siediti a gambe incrociate, fai in modo che l’indice e il pollice delle mani si tocchino. Metti la mano sinistra sul ginocchio sinistro, mentre la mano destra va davanti allo sterno. Ora recita il mantra pronunciando ripetutamente la parola “Yam” e rilassati. Continua fino a quando ti senti rilassato e avverti il senso di pulizia interiore, potresti anche percepire una maggior forza dentro di te.

Scheda di Anahata

Posizione: al centro della gabbia toracica
Aspetto principale: amore e relazioni
Colore: verde
Elemento: aria
Pietre: avventurina, quarzo rosa
Oli essenziali riequilibranti: rosa, gelsomino, dragoncello, geranio, magnolia, melissa, mimosa
Mantra: Yam

Il Chakra della gola o Vishuddha

Chakra gola azzurro

Il nostro quinto chakra, Vishuddha, è quello della gola. Come ben puoi immaginare è proprio situato alla base della gola, nel collo, ed è responsabile del nostro centro della comunicazione.

Il suo colore è l’azzurro, un colore simbolo della verità, della purezza e della tranquillità, mentre il suo elemento è il suono.

Quando questo chakra è equilibrato, avviene facile dare espressione di se stessi, soprattutto tramite l’arte. Se poco attivo si finisce col parlare poco e sembrare timidi e introversi, dando scarsa libertà alla espressione delle proprie idee e della propria creatività. Una delle cause che può generare questo blocco è data dal mentire spesso. Al contrario, se è presente un’attività iperattiva del chakra, si tenderà a parlare talmente tanto da essere considerato un fastidio per gli altri. Oltre a parlare eccessivamente, chi ha questa energia in eccesso, inibirà la sua dote di ascoltare gli altri.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Vai in un posto tranquillo dove nessuno può disturbarti e dai sfogo alle tue emozioni represse con un fortissimo urlo liberatorio!
  • Segui qualche esercizio di stretching, muovendo e ruotando il collo.  
  • Fai esercizi di canto, come i vocalizzi.
  • Siediti sulle ginocchia e incrocia le mani, tranne i pollici, che si devono toccare e devono essere in alto. Posiziona le mani come descritto sopra alla base della gola ed emetti il suono “Ham”. Ci vorranno circa 5 minuti prima che tu possa rilassarti completamente e aprire questo chakra percependo quella sensazione di “pulizia interiore“.

Scheda di Vishuddha

Posizione: alla base della gola
Aspetto principale: comunicazione ed espressione di sé
Colore: azzurro
Elemento: suono
Pietre: acquamarina, turchese, topazio azzurro, tormalina azzurra, crisoprasio, malachite azzurra
Oli essenziali riequilibranti: eucalipto, canfora, menta piperita, camomilla romana
Mantra: Ham

Il Chakra del terzo occhio o Ajna

Chakra terzo occhio indaco

Il sesto Chakra è quello del terzo occhio, situato al centro della nostra fronte, proprio sopra alle sopracciglia. Ajna rappresenta la nostra intuizione, ci apre le porte alle nostre abilità psichiche, alla comprensione delle cose, alla nostra saggezza e alla visualizzazione. 

Il suo colore è il blu, indicando saggezza, misticismo e conoscenza, mentre il suo elemento è la luce.

Quando è quasi chiuso, si fatica a fidarsi del proprio intuito, affidandosi troppo alle opinioni degli altri, inoltre si può soffrire di scarsa concentrazione. Al contrario, se troppo attivo, potresti soffrire di allucinazioni e, risucchiando l’energia dei chakra inferiori, perderesti il senso di stabilità.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Massaggia le tempie e il contorno degli occhi in maniera circolare
  • A gambe incrociate, crea un terzo occhio con le mani. Per farlo: pollici e mignoli si devono toccare con le punte, mentre le dita centrali devono essere piegate e toccarsi. Il mantra da ripetere è il suono “Om”. Continua fino a quando non ti senti rilassato e non avverti quel senso di “pulizia interiore“.

Scheda di Ajna

Posizione: parte centrale della fronte in mezzo alle sopracciglia
Aspetto principale: percezione e autorealizzazione
Colore: blu o indaco
Elemento: luce
Pietre: zaffiro, tormalina blu, sodalite
Oli essenziali riequilibranti: menta, gelsomino, citronella, lime, viola, basilico, anice, incenso, alloro
Mantra: Om

Il Chakra della corona o Sahasrara

Chakra corona viola

L’ultimo Chakra è quello della corona, quello del loto dai mille petali, situato alla sommità del capo, sulla fontanella. Questa energia si riferisce alla coscienza come consapevolezza pura, è situato il centro del pensiero, l’identità universale orientata verso l’autocoscienza. Questo è il punto più spirituale di tutti, il nostro collegamento col Divino. Una spiritualità che non ha a che vedere con la religione, ma la trascende, divenendo più uno stato del nostro essere.

Quando il chakra è aperto e equilibrato, il pregiudizio, sparisce. Si amplia la  consapevolezza del mondo ne quale viviamo e la connessione tra di esso e il nostro Io interiore. Aprire Sahasrara, implica una nostra evoluzione, un’apertura della nostra mente verso nuovi modelli di pensiero, fonti di conoscenza e di saggezza. Inoltre, questa energia ci permette di lasciarci il passato alle spalle, accettandolo e volgendo il nostro sguardo al presente e al futuro.

Il suo colore è il viola, simbolo associato all’arricchimento spirituale e alla maestà, mentre il suo elemento è il metallo.

Una sua chiusura caratterizza una scarsa elevazione spirituale e forme di pensiero molto rigide, con difficoltà nell’apprendimento rifiutando nuove informazioni o altri punti di vista. Se troppo attivo, invece, si tende ad essere troppo razionali, o eccessivamente dipendenti dalla propria spiritualità.

Esercizi per aprire e/o equilibrare il Chakra:

  • Esercizi di orazione
  • Siediti a gambe incrociate. Stendi la mano davanti allo stomaco. Rivolgi i mignoli verso l’alto, lontano da te, in modo che le estremità si tocchino, e incrocia il resto delle dita con il pollice sinistro sotto il destro.
    Concentrati sul Chakra della Corona e su ciò che rappresenta, alla sommità della tua testa.
    Emetti il suono del suo mantra “NG”.
    Mantieni il corpo e la mente in uno stato di realx, non smettendo di concentrarti sul Chakra della Corona.
    Questa meditazione è quella più lunga, e dovrebbe durare non meno di 10 minuti. Attenzione: non usare questa meditazione se il Chakra della Radice non è forte o aperto. Infatti, prima di avere a che fare con quest’ultimo Chakra, occorre avere salde le fondamenta, che puoi ottenere con gli esercizi relativi al Chakra della Radice.

Scheda di Sahasrara

Posizione: alla sommità del capo
Aspetto principale: spiritualità
Colore: viola
Elemento: metallo
Pietre: ametista, tormalina viola
Oli essenziali riequilibranti: incenso, legno di rosa, neroli, iperico, olibano
Mantra: Ng

Come attivarli con la Meditazione e la Visualizzazione

Hai letto tutto, ti interessa, ma trovi sia un po’ complicato ricordarsi tutto? Ti posso assicurare che dedicare il giusto tempo almeno una volta settimana ad aprire o equilibrare tutti i chakra ne vale veramente la pena! Io di solito, cerco di ritagliare 2 giorni alla settimana in cui dedicare almeno 1 ora per attivarli tutti.

Tuttavia qui ti voglio svelare un’altra tecnica molto più semplice che potrebbe aiutarti. Il tempo da dedicarci è soggettivo, diciamo che “ci va il tempo che ci va“. Anche qui dovrai focalizzarti su un chakra alla volta, ma il risultato anche qui è garantito.

In effetti, questa tecnica la preferisco in quanto è molto semplice, ma estremamente potente.

Cominciamo?

  1. Recati in una stanza tranquilla dove non sarai disturbato, silenzia anche il cellulare o lascialo direttamente in un’altra stanza
  2. Siediti per terra con le gambe incrociate, oppure su una sedia con i piedi ben appoggiati a terra. Ricorda di tenere la schiena ben dritta. Puoi tenere le mani nella posizione classica della meditazione, quindi facendo toccare solo il pollice con l’indice, oppure appoggiarle alle ginocchia. Come preferisci tu. L’importante di questo passaggio è che tu sia comodo
  3. Rilassati. Chiudi gli occhi ed esegui qualche respiro diaframmatico profondo, inspirando dal naso ed espirando dalla bocca. Rilassa le spalle, la schiena e ogni parte di te
  4. Visualizzati mentalmente nella posizione in cui sei, ma tutto attorno a te è buio
  5. Visualizza una intensa Luce bianca che discende dall’alto e si riversa sulla tua nuca e comincia ad avvolgerti completamente creando una specie di bolla bianca dove tu sei al suo interno e ti senti completamente al sicuro
  6. Ora immagina che questa intensa luce si riversi completamente dentro di te e partendo dal Chakra della radice diventi di un intenso colore rosso e cominci a turbinare formando una spirale rossa, lì dove sai che c’è il centro del Chakra.
  7. Una volta che senti questa energia dentro e avverti una sorta di “pulizia” in quell’area, sali su al chakra successivo e immagina che il colore si armonizzi con quello del chakra relativo. Quindi in ordine ci sarà: l’arancio, il giallo, poi il verde, l’azzurro, il blu e infine il viola
  8. Dedica ad ogni chakra il giusto tempo e lasciati avvolgere da questo senso di protezione
  9. L’energia affluisce abbondantemente dentro di te. Tutto è energia, ce n’è in abbondanza, usala per ricaricarti completamente. Sentiti parte di essa.
  10. Quando te la senti riprendi delicatamente il controllo di te, concediti ancora 3 respiri profondi e poi riapri delicatamente i tuoi occhi

Bentornato/a!

Cerca di non forzarti, ascolta il tuo corpo e abbandonati all’energia, non porre resistenza, accettala come dono Divino e permettile di ricaricarti completamente!

Come è andata? Ti è piaciuta questa esperienza?

Ti puoi aiutare anche ascoltando della musica rilassante, su Youtube ne trovi quante ne vuoi, ti basta digitare “musica meditazione“.

Avatar: La leggenda di Aang

Sì, lo so! È un cartone per bambini, eppure nasconde insegnamenti interessanti. Ad esempio spiega ai bambini come possono imparare ad aprire tutti i loro Chakra, , anche gli adulti possono guardarlo!

Se vi capita, guardatelo con i vostri figli! C’è sempre da imparare.

Qui di seguito riporterò il video preso da Youtube, purtroppo l’ho trovato solo in inglese, ma invece di vederlo come un limite lo potresti vedere come una sfida per imparare o ripassare qualche termine di inglese, insomma male non fa! Investi su te stesso e non sarà mai tempo sprecato!

Concludendo

In questo articolo abbiamo preso consapevolezza della grande Energia che ci circonda, sempre e ovunque! Noi siamo parte di questa energia e abbiamo delle riserve naturali dentro di noi che è nostro dovere curare, mantenendo l’equilibrio.

Con il tempo e la pratica, sono sicuro che il tuo spirito si eleverà e farai un ulteriore passo avanti verso la tua “evoluzione personale“.

Una volta che ti sarai “ripulito” ti sarà anche più facile adottare una mentalità più ottimistica e ti sentirai fin da subito più felice! Non perderti questo mio articolo sul come e sul perché adottare un atteggiamento positivo ti cambierà la vita, in meglio!

Se ti è piaciuto, aiutami a condividere questo articolo. Usa i pulsanti che trovi qui in fondo per mandarlo ai tuoi amici. Se non l’hai già fatto all’inizio, ti chiedo di nuovo di lasciare un “Mi Piace” alla pagina Facebook di EsplorativaMente

Sono presente anche sui social Instagram e Twitter.

Ti Ringrazio di Cuore!

Buona Esplorazione!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari