Meditazione e ipnosi: libera il tuo vero potenziale

Come possono la meditazione e l’ipnosi essere correlate tra di loro? Ti sei mai chiesto se grazie all’autoipnosi puoi liberare il tuo potenziale? Se sì, allora avrai visto che le sedute di ipnosi possono essere molto costose, inoltre c’è sempre il rischio che l’ipnotizzatore non abbia fini nobili. D’altronde stai affidando a qualcun altro il potere di entrarti in testa, quindi devi fare molta attenzione. La meditazione, della quale ti ho già parlato in questo articolo, è una tecnica tanto potente quanto antica, che possiamo sfruttare in questo procedimento. Esatto, quello che imparerai leggendo questo articolo, è una tecnica di autoipnosi, che guiderà il tuo subconscio a realizzare ciò che più desideri.

Ipnosi: scienza o magia?

occhi surreali ipnotizzanti

In effetti, questa tecnica viene considerata ancora oggi come una forma di magia. Secondo me, invece, si tratta più di un’antica conoscenza pseudo-scientifica  sviluppata già dagli antichi egizi. Infatti, un ramo della loro scienza riportava esplorazioni ed esperimenti sulla mente. Entrare in contatto con il nostro subconscio, facilita la riprogrammazione neuronale. Per essere più chiari, un buon ipnotizzatore, riuscendo a comunicare direttamente con il tuo subconscio (cioè con il vero potenziale della nostra mente), potrebbe facilmente eliminare una cattiva abitudine, come il vizio di fumare e instillarne di nuove. Non solo! Accedendo direttamente al potere della tua mente, puoi rompere tutti i meccanismi bloccanti per il tuo successo, come la timidezza o la bassa autostima. Grazie all’ipnosi, una persona fortemente insicura potrebbe vedersi trasformare in qualcuno di estremamente carismatico! Quindi, per chi è un novizio, tutto questo può risultare come una sorta di incantesimo.

Alcuni credono che le parole nascondino un enorme potere. Se ci pensi bene, in tutti i film o libri di fantascienza, la figura del mago sfrutta l’energia dell’Universo per effettuare sortilegi. Le parole che utilizza, gli incantesimi, sono in una lingua sconosciuta e incomprensibile ai tanti.

In questo esempio c’è del vero, in quanto le parole che noi diciamo continuamente nella nostra mente, agiscono proprio come degli incantesimi. Purtroppo, passiamo la maggior parte del tempo a dirci: “Non ce la farò mai“. “Se gli altri hanno fallito, perché dovrei farcela io“. “Non sono proprio portato per questa materia” e così via.

Sappi che ti stai già autoipnotizzando.

Allora, cos'è l'ipnosi e cosa c'entra con la meditazione?

Molti credono che l’ipnosi consista nell’indurre qualcuno in un profondo stato di sonno. In realtà, è più simile ad una forma di concentrazione intensa e prolungata. Alcuni tipi di meditazione sono principalmente basate sul farti vivere più attentamente il presente. Quindi imparerai ad essere più consapevole di quello che provi nel qui e ora, apprezzando di più quello che ti circonda.

Un’altra tipologia di questa pratica, consiste nel “perdere coscienza” di ciò che ti circonda, rivolgendo il tuo sguardo interiore a quello che accade, appunto, dentro la tua mente e ai tuoi pensieri.

La tecnica di autoipnosi che ti voglio qui proporre sfrutterà pienamente quella di Visualizzazione. Ti concentrerai quindi, su esperienze “virtuali” (mentali) che possono aiutarti ad accrescere l’autostima, aumentare la motivazione, raggiungere degli obiettivi e combattere l’ansia o un trauma.

La tecnica di ipnosi meditativa in 5 semplici mosse

Ora sei pronto ad essere introdotto alla tecnica che ti permetterà di entrare in comunicazione con il tuo subconscio. Come scoprirai a breve, noterai che la tecnica in sé è davvero semplice, ma non deve essere semplificata. Ovvero, non dubitare della sua efficacia, perché il suo potere risiede nel fatto che tu in primis devi crederci e soprattutto, ci vorrà del tempo per vedere i primi risultati. La pratica costante, come per la meditazione, è la chiave per il successo e per l’efficacia della tecnica.

Le 4 azioni che caratterizzano la tecnica di autoipnosi sono:

  1. La preparazione
  2. La meditazione
  3. La visualizzazione
  4. La ripetizione

Di seguito troverai tutti gli approfondimenti per ogni punto. Sei pronto?

Bene, allora cominciamo!

La preparazione

bella ragazza distesa in un giardino pieno di lavanda

L’esperienza dimostra che, se si prevede da lontano il disegnoche si desidera intraprendere, si può agire con rapidità una volta venuto il momento di eseguirlo.

Cardinale Richelieu

Come in ogni cosa, una buona preparazione ti faciliterà la riuscita in quello che desideri ottenere.

Vestiti comodi e pancia piena

La prima cosa che dovrai fare per una buona preparazione è indossare abiti comodi. Prediligi indumenti che non ti porteranno a sentire freddo. Una calda temperatura aiuterà il nostro corpo a rilassarsi maggiormente e ti sentirai avvolto da una sensazione confortevole.

Inoltre è consigliato di non prepararti a stomaco vuoto, in quanto potresti essere facilmente distratto dai morsi della fame. Anche un pasto troppo sostanzioso potrebbe ostacolarti. Quindi ti consiglio di fare un pasto leggero un paio di ore prima di cominciare. Devi avere le giuste energie per un’attività intensa di meditazione e di concentrazione, se sei troppo sazio rischi di cadere facilmente nella tentazione del sonno.

Trova un posto tranquillo ed elimina le distrazioni

La preparazione è molto simile, se non la stessa della meditazione, in quanto è proprio quello che starai per fare. Anche se con alcune piccole modifiche!

Dirigiti quindi, al tuo posto sicuro, dove puoi stare tranquillo e dove non sarai interrotto o disturbato. Può essere camera tua, o una qualsiasi stanza della casa. Se sei in viaggio, o se ne hai la possibilità dove abiti, potresti prediligere di stare a contatto con la natura. Magari in montagna, al mare, in giardino, non importa. L’importante è che sia un posto che ti trasmetta pace e sicurezza, dove sai di poter star tranquillo!

Per maggior sicurezza, assicurati di eliminare ogni fonte di interferenza esterna e di distrazione. Spegni il cellulare. Questi minuti li dovrai dedicare completamente a te stesso. Inoltre, se sei magari a casa o con amici, chiedi gentilmente di lasciarti la tua privacy e di non disturbarti per il tempo necessario a questa pratica. 

Mettiti comodo e ... Respira!

Bene ora sei pronto a iniziare. Quindi assumi una posizione a te comoda, che sai non ti darà fastidio per 15 o 30 minuti. Il tempo dell’esercizio dipende unicamente da te. Puoi farlo durare di meno o di più, a seconda dei tuoi impegni e dell’energia che ci vuoi dedicare. Io ti consiglio di stare almeno sui 15 minuti in quanto è il tempo che personalmente dedico e che trovo maggiormente efficace.

Per la posizione, ti consiglio di sederti, evitando di restare sdraiato. Perché potresti rilassarti troppo e addormentarti. A tua discrezione, puoi prediligere una sedia piuttosto che un comodo cuscino per stare a terra. L’importante è che ti devi sentire comodo, perché dovrai mantenere la posizione per tutta la durata dell’esercizio.

Mantieni la schiena drittaAssumi la postura corretta, raddrizzando la schiena e tirando su la testa. Immagina di avere un filo sopra la nuca e che qualcuno te la tira su. Assicurati di non irrigidire troppo i muscoli, la schiena o le spalle. Rilassa il tuo corpo.

Respira! Esegui qualche respiro profondo per rilassare corpo e mente. Focalizzati solo sull’aria che entra dal naso e scende allo stomaco, per poi risalire e fuoriuscire dalla bocca. 

La meditazione

un fiore di loto in uno stagno d'acqua

Impara ad entrare in contatto col silenzio che è dentro te stesso ed a capire che tutto in questa vita ha uno scopo.

Elizabeth Kübler-Ross

Se hai già un’esperienza meditativa, avrai sicuramente notato come, con la semplice respirazione, tu stia già meditando.

Infatti, per aumentare la tua capacità di concentrazione, un esercizio meditativo, consiste proprio nel focalizzarti unicamente sul tuo respiro. Per l’autoipnosi ti consiglio di usare questa tua esperienza, come base. Andiamo ora ad aggiungere quindi qualche dettaglio.

Trova la pace

Continua a focalizzarti sul tuo respiro. Osserva i tuoi pensieri fluire davanti a te. Lo scopo è riuscire a non farti influenzare da essi. Immaginati sulla riva di un torrente mentre guardi l’acqua scorrere davanti a te. I tuoi pensieri sono come l’acqua che scorre, quindi ti passeranno davanti, ma altrettanto velocemente se ne andranno via. Se arrivano pensieri che ti inducono in uno stato emotivo negativo, scacciali via. Non combatterli, accettali e lasciali scorrere.

Astieniti da qualsiasi forma di giudizio. Poni la tua attenzione sulla pace e sulla serenità. Coltiva queste emozioni dentro di te, fin quando non le senti crescere fino a che non ti avvolgono completamente.

Per raggiungere questo stato, puoi ripetere mentalmente un mantra che ti aiuterà a rimanere focalizzato sul tuo obiettivo.

“Sono calmo e sono in pace”.

Goditelo

Permettiti di restare quanto desideri avvolto da questa piacevole e confortevole sensazione di calma e di serenità. 

Resta nel tuo paradiso personale e goditi il presente. Presta attenzione e imprimi bene in mente quello che stai provando. Concediti tutto il tempo necessario. Puoi aiutarti associando quello che provi ad una parola, ad esempio: “PACE“. In questo modo, quando penserai alla parola “pace”, ti sarà più facile rievocare questa sensazione e questo sentimento dalla tua memoria.

Se il tuo obiettivo era quello di combattere l’ansia o lo stress, potresti già decidere di interrompere questa sessione meditativa. Altrimenti, sei nelle condizioni ideali per operare direttamente sul tuo subconscio, in modo da liberare il tuo super potere!

La visualizzazione

vedere una coppia abbracciata che si bacia, riflessa in un occhio

Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono.

Galileo Galilei

Con il termine visualizzazione non intendo la capacità di “vedere mentalmente”, quindi di immaginazione. O meglio, non solo! Infatti, con questa parola mi riferisco proprio ad una immedesimazione totale di quello che immagini. Visualizzare dettagliatamente quello che desideri, sfruttando tutti i tuoi 5 sensi. 

Osservane ogni particolare, la forma e il colore. Assaggiane il gusto. Tocca con mano per sentire la sensazione sulla tua pelle. Sentine l’odore e il suono che emette. Crea una scena mentale vivida e ricca di tutti questi particolari!

Identifica l'obiettivo

Qual è il tuo scopo? Cosa vuoi ottenere da questo esercizio? Ad esempio, vuoi smettere di fumare, dimagrire, fare esercizio fisico, trovare l’anima gemella, combattere la timidezza o aumentare la tua autostima? Scegli uno specifico obiettivo da sviluppare e sul quale focalizzarti nella durata della sessione.

Puoi chiedere tutto quello che desideri, non ci sono limiti!

Ottienilo

Una volta che sai bene cosa desideri ottenere, concentra tutte le tue energie sul suo ottenimento. Cosa voglio dire? Visualizza, come ti ho illustrato prima, di aver già ottenuto quello che desideri. Ricrea nei minimi dettagli la scena che desideri vivere e vivila!

Permettiti di provare orgoglio e di felicità per aver raggiunto il tuo traguardo e aver realizzato i tuoi sogni! Te lo meriti!

Resta concentrato

Rimani concentrato sui tuoi sentimenti, quello che provi e credi fermamente di averlo già ottenuto.

Allontana le distrazioni e non permettere al dubbio di insinuarsi nei tuoi pensieri! Quando noti che questo si sta verificando, semplicemente rivivi mentalmente il tuo successo e sposta la tua attenzione su questa emozione. Senti dentro di te crescere il potere di plasmare la tua realtà semplicemente con la tua volontà!

Se credi di averlo già ottenuto allora la tua fiducia in te, in Dio o nell’Universo non farà che aumentare sempre di più!

Ora puoi tornare

A questo punto, sei veramente pronto ad interrompere la seduta e tornare alle tue attività quotidiane. 

Fissa in maniera indelebile le emozioni che stai provando e sentiti libero di richiamarle e riviverle ogni volta che desideri nell’arco della giornata!

Torna gradualmente nella realtà contando fino a 5:

  1. Ripeti a te stesso: “Sono calmo e sono in pace“.
  2. Ripeti a te stesso: “Sono sicuro di me e credo nelle mie capacità“.
  3. Respira. Sposta la tua attenzione sull’aria che entra del naso, scende giù e risale per uscire dalla bocca.
  4. Sposta la tua attenzione su quello che ti circonda. Senti i suoni e gli odori attorno a te.
  5. Apri gentilmente gli occhi. “Grazie alla mia volontà otterrò ciò che desidero“.

La ripetizione

donna libera e felice al tramonto su un pontile al mare

La gente continua a ripetere: “La mia vita è infelice”, e afferma di non voler vivere nell’infelicità, ma continua a scaricare la responsabilità su qualcos’altro, su qualcun altro: il fato, la società, la struttura economica, lo Stato, la chiesa, la moglie, il marito, la madre; comunque il responsabile è qualcun altro

Osho

L’ultimo ingrediente di questa magnifica autoipnosi consiste nella sua ripetizione. Infatti, come ti ho accennato prima, c’è bisogno di tempo affinché queste emozioni e questi pensieri attecchiscano e crescano nella nostra mente.

Cerca di ritagliarti quotidianamente del tempo per svolgere questo esercizio. Ti sentirai meglio e affronterai la giornata con più carica di energia!

Sfrutta le parole che hai associato ai tuoi stati d’animo per rievocare quando vuoi le tue immagini mentali. Rivivi le scene e sentile già tue. Questo lo puoi fare più volte nel corso della giornata, ogni volta che vorrai!

Allontana i pensieri negativi e credi fermamente in te e nel tuo successo. Questa è la chiave, un segreto che ora ti appartiene e che puoi sfruttare per creare il tuo destino!

La pratica rende perfetti!

Concludendo

Sfrutta la meglio questa potentissima tecnica a tuo completo vantaggio. Credo che se tutti quanti la praticassero, potremmo vivere le nostre vite più felici e più realizzati. Aiutami quindi a diffondere questo potente messaggio Condividendo l’articolo sui tuoi social preferiti e mettendo il Mi Piace alla pagina Facebook. In questo modo potrai sempre essere aggiornato sui nuovi articoli o su post di ispirazione e motivazione! Ti ringrazio profondamente!

Sono sicuro che avrai già notato la similitudine di questa tecnica con la famosa Legge di Attrazione, sappi che questa non è l’unica Legge Universale. Scopri di più su quali sono e come imparare ad usare a tuo vantaggio le Leggi che regolano tutto l’Universo cliccando qui.

Inoltre, la pratica della meditazione rientra in una delle 7 abitudini che accomunano le persone di successo! Non perderti l’articolo, ti basta cliccare qui per scoprire le altre!

Buona Esplorazione!

Albert

Albert lo Scimpanzé è l'autore principale del progetto EsplorativaMente. La sua conoscenza approfondita e la sua passione, lo portano a coprire diverse tematiche riguardanti la Crescita Personale, portando riflessioni e tecniche sulle potenzialità della nostra Mente.
Chiudi il menu