Cambia vita cambiando convinzioni

Se ti è piaciuto l’articolo sul Test Muscolare Kinesiologico allora sono certo che troverai interessante il libro che ti presento oggi.

Il titolo è: Cambia la vita cambiando convinzioni. Spezza le catene del condizionamento!

A mio parere è davvero molto illuminante per chi desidera cominciare a lavorare davvero su di sé e sulle proprie convinzioni limitanti. Attraverso molti esempi pratici svilupperai una maggiore consapevolezza su tutte quelle credenze inconsce che ti stanno limitando dalla vita che desideri.

Le convinzioni in fondo sono uno strumento alla base del funzionamento della Legge di Attrazione, in quanto siamo noi (volenti o no) gli unici autori della nostra vita. Tanto vale allora fare del nostro meglio per viverla come desideriamo, no?

Tutto comincia da te, nella tua Mente, cambiando le tue convinzioni limitanti.

Tabella dei Contenuti

Chi è Gabriella d'Albertas

L’autrice si chiama Gabriella d’Albertas, Life Coach, Counselor e ideatrice del Coaching Integrale®, nonché fondatrice del sito convinzioni.it.

Leggendo il suo libro mi sono reso conto di quanto il mio pensiero fosse davvero molto affine al suo e di come le sue parole risuonavono in armonia dentro di me.

Anche lei infatti, è appassionata della parte più potente della nostra Mente, quella che influenza e plasma la realtà che viviamo e che percepiamo: l’inconscio.

Le sue ricerche e il suo lavoro aiutano proprio ognuno di noi ad “esplorare” meglio questo territorio sconosciuto, fornendoci strumenti pratici di indagine.

Abbiamo convinzioni per ogni cosa

Siamo un agglomerato di convinzioni e pregiudizi che influenzano continuamente la nostra interpretazione della realtà. Abbiamo convinzioni per ogni cosa: a partire da noi stessi, sugli altri, sulla società, su Dio e la chiesa, sulla vita, sull’Amore, sul lavoro, sul successo, sul denaro e via dicendo.

Appunto, per ogni cosa!

Sicuramente alcune sono positive, ma io credo per la maggior parte delle persone, la stragrande maggioranza delle convinzioni che hanno e che, in qualche modo, plasmano la propria identità, siano negative e limitanti.

Altrimenti ci sarebbero molte più persone felici e soddisfatte di se stesse e della propria vita.

Lasciamo che queste convinzioni definiscano chi siamo e cosa possiamo o cosa NON possiamo fare. Gli diamo pieno controllo sulla nostra identità e sul nostro potenziale.

Contribuiamo a costruirci le nostre stesse prigioni mentali per imbrigliare l’immenso potere che ciascuno possiede dentro di sé.

Inoltre, sembra che le convinzioni possano influenzare anche la fisiologia del corpo, modificando persino il nostro DNA.

Questo significa che oltre alla pura genetica, anche il nostro pensiero determina il nostro benessere fisico.

Uscire dalla prigione delle nostre convinzioni

Nel libro troverai molti strumenti pratici che ti aiuteranno a indagare meglio dentro di te e a rivelare convinzioni che non pensavi neanche di avere, fornendoti anche un metodo semplice e pratico che ti aiuterà a liberartene.

Nel mio articolo sulle convinzioni limitanti te ne fornisco altre 2! 😉

Dobbiamo diventare un po’ dei detective per trovare e stanare tutte queste convinzioni che in qualche modo stanno limitando la nostra vita. Per farlo abbiamo diversi strumenti che hanno tutti un fattore comune: quello di sviluppare maggiore consapevolezza di noi stessi.

Come fare?

Le 4 chiavi per sviluppare consapevolezza delle nostre convinzioni

  1. Imparando a padroneggiare i tuoi Pensieri:
    1. Sviluppando Autodisciplina
    2. Controllando il tuo dialogo interiore
    3. Adottando un atteggiamento positivo
    4. Praticando la Meditazione
  2. Gestendo le tue Emozioni:
    1. Aumentando la tua Intelligenza Emotiva
    2. Imparando a rilassare il tuo corpo e la tua mente
    3. Gestendo l’ansia
    4. Sviluppando empatia
    5. Vincendo la paura
    6. Sperimentando il Perdono su se stessi
    7. Imparando ad apprezzare e ringraziare i doni del presente
  3. Prestando attenzione al nostro Linguaggio:
    1. Le parole che diciamo agli altri, come quelle che diciamo a noi stessi, hanno lo stesso potere di creare condizionamenti negativi e limitanti
    2. Va bene essere umili in quanto virtù, senza però sminuire se stessi, affossando la propria autostima
  4. Osservando i nostri Comportamenti:
    1. Come siamo con le altre persone, come i nostri genitori, amici o col nostro partner?
    2. Quali sono le nostre abitudini?
    3. Ci lamentiamo, o agiamo?
    4. E quanto spesso procrastiniamo?

Le 5 convinzioni limitanti di base

Ecco le 5 convinzioni limitanti di base che ci presenta l’autrice e qual è la versione potenziante della stessa.

1. Io non sono come dovrei essere

Uno dei problemi più diffusi oggi, che porta persone insicure a basare la loro identità su delle maschere che si sono costruite nel corso di anni per rendersi accettabili agli altri.

Di fondo vale la convinzione di:

“Non essere abbastanza… (forte/ intelligente/ furbo/ atletico/ bello/ colto/ alto e via dicendo)”.

Questa è la base di una sana autostima:

“Io sono abbastanza”.

Imparando ad accettarsi, amarsi e a rispettarsi.

Ognuno di noi è unico e irripetibile, vale la pena essere se stessi, sempre!

2. Io sono fatto così

Quante volte per troncare una discussione ci buttiamo sulla difensiva e rispondiamo: “sono fatto così, è tutto inutile…”?

Questo non è vero, perché la vita è cambiamento e, volenti o nolenti, anche noi cambiamo di continuo, istante dopo istante.

Questo non significa che cambiano i nostri valori fondamentali dall’oggi al domani, ma al seguirsi di determinati eventi potremmo avere un cambio delle priorità, decidendo quindi di concentrare le nostre energie su qualcosa di diverso.

Accogliamo il cambiamento, perché:

“Sono in continuo divenire e ho il potere di cambiare”.

3. La realtà che vedo è oggettiva

Assolutamente no! La realtà che vediamo e viviamo è estremamente soggettiva, tutto passa attraverso i nostri sensi, le nostre percezioni, filtrando e attribuendo un significato soggettivo a quello che succede.

Esercitiamoci a sviluppare empatia e ad immedesimarci negli altri.

“La realtà che vedo rispecchia le mie convinzioni”.

4. La felicità dipende dalle circostanze esterne

“La felicità è una scelta: scelgo di essere felice ora”.

Come fare ad essere felici nonostante tutto? Vivi nel presente, esprimi gratitudine per tutto quello che hai.

Come ci insegna questa pandemia, quello che diamo per scontato oggi può essere perso domani.

Non aspettare di avere qualcosa per essere felice, fatti un regalo, sorridi e decidi di esserlo già da ora!

5. Le cose dovrebbero andare diversamente

Ricordi il mio mantra personale per i momenti difficili?

Ecco, ho ritrovato la formula molto simile a questa convinzione potenziante:

“Tutto va sempre come dovrebbe andare ed è perfetto così com’è”.

Questa convinzione ci permette di liberarci dal passato, imparando da esso (che non significa rinnegarlo), crescendo e migliorandoci nel presente, costruendo un futuro migliore, il nostro futuro!

Le convinzioni si nascondono nell'ombra

Nel libro troverai tantissimi esempi concreti di come si generano e dove si nascondo queste convinzioni.

Quello che vorrei riportarti è una domanda che la stessa autrice, dichiara essere molto potente per quanto aiuti davvero a riflettere.

Domandati ora:

“Che cosa NON vorresti mai che venisse scritto di te sulla tua tomba?”

Spesso quello di cui abbiamo più sofferto o che temiamo è anche quello che, inconsciamente, tendiamo a infliggere o a riflettere sugli altri.

Ad esempio, se a scuola una maestra ti ha fatto sentire uno stupido (mi è successo davvero), probabilmente dentro di te è rimasta ancora quella paura che rifletti considerando tutte le persone come stupide o incapaci (confermo, lo facevo anche io, ma guarda quanto sono cambiato 😉 ).

Cosa fare quindi? Sviluppare una maggiore consapevolezza di questi pensieri ed emozioni negative è il primo passo. Poi è necessario sforzarsi di interrompere il nostro giudizio sugli altri (e anche su noi stessi).

Impariamo ad accettare e ad accettarci per quello che siamo: esseri imperfetti con un potenziale straordinario di crescita e di miglioramento.

Cambia vita cambiando convinzioni: ci vuole un potente atto di coraggio

Essere liberi di esprimere noi stessi, di essere noi stessi, richiede un grandissimo atto di forza interiore e di coraggio.

Questo dipende dal saper riconoscere che la vita è una nostra responsabilità, che non verranno altri a “salvarci” o a prendersela al posto nostro. Se permetti che altri decidano al posto tuo poi non ti lamentare se non ottieni quello che desideravi.

Usciamo dalla mentalità limitante della vittima, per abbracciarne una vincente, da veri Esploratori ed Esploratrici che scelgono in maniera consapevole di riprendersi il controllo della propria vita: iniziando un percorso di miglioramento continuo.

Conoscevi già questo libro? Quali sono i tuoi pensieri? Riconosci già alcune delle tue convinzioni limitanti?

Fammelo sapere e discutiamone qui sotto nei commenti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari