Spegni il dialogo interiore negativo imparando a controllarlo
  • Post author:
  • Post category:Mente

Hai mai prestato attenzione alle parole che rivolgi (mentalmente) a te stesso? Quanto spesso la “vocina” che hai nella testa ti sprona a fare di più per ottenere il massimo? E quanto spesso invece quella vocina ti frena dall’ottenere quello che desideri?

Ogni giorno, per la maggior parte del tempo, consapevoli o no, tendiamo sempre a dialogare con noi stessi. Il problema nasce quando la predominanza delle frasi che ci diciamo sono negative, ci scoraggiano, o ci portano a sviluppare ansia.

Ad esempio, può esserti capitato in qualche occasione in cui ti trovavi di fronte ad una sfida impegnativa di dirti: “Non ce la farò mai, questo è troppo per me!”, lo stesso accade quando vedi una persona che ti piace tantissimo e cominci a dirti: “Questa persona è troppo bella per me, non le piacerò mai, non funzionerà, non sono abbastanza per lei!”.

Se tendi a procrastinare è la stessa vocina che ti fornisce le migliori giustificazioni per rimandare: “Massì, c’è ancora tempo, adesso ho bisogno di tempo per riposarmi e rilassarmi, stasera sicuramente lo farò!”. O ancora, se abbiamo un esame o un’altra sfida per la quale non ci sentiamo preparati possiamo cominciare ad alimentare ansia che continuerà a crescere fino a schiacciarci: “Per domani devo consegnare questo progetto, altrimenti il mio capo se la prenderà con me, magari potrei rischiare anche di essere licenziato, questo mi porterebbe a dover cercare un nuovo lavoro, ma non sono all’altezza, chissà chi vorrà di nuovo assumermi. E le spese come il mutuo, come farò a mantenere la famiglia?”.

Sembra assurdo vero? Eppure è sconvolgente quanto spesso da una situazione ipotetica lasciamo correre la fantasia fino a degenerare completamente la situazione permettendo all’ansia di vincerci.

Se anche tu hai problemi a gestire la tua ansia ti consiglio di dare uno sguardo a questi articoli che ho preparato per te:

Come dicevano gli ermetici, tutto ha inizio dentro la nostra mente, in questo articolo scoprirai come riconoscere e interrompere questi pensieri, imparando a trasformarli in positivi, diventando te stesso il tuo migliore alleato!

Qual è la condizione essenziale del dialogo? È la capacità di porsi dal punto di vista dell’altro.

Paolo Flores d’Arcais

Il dialogo interiore positivo aumenta l'autostima e non solo

La qualità del dialogo interiore quotidiano influenza positivamente o negativamente diversi aspetti della nostra vita. Se fossi ad un colloquio o ad un esame orale, o ancora magari devi tenere una presentazione di fronte a tante persone, quali sono i pensieri che avresti in quel momento? Saresti il tuo peggior nemico o il tuo migliore alleato?

Non so se ci hai fatto caso, ma al termine di una delle prove sopra ipotizzate, capita spesso che ripensiamo a tutti gli errori che abbiamo fatto, ai momenti di silenzio, enfatizzandoli e ingigantendoli. In un attimo ti ritrovi a pensare: “È andata malissimo, un fiasco totale!”. Ma, quando ottieni il risultato della prova, o parli con qualcuno lì presente, smentisce i tuoi pensieri rassicurandoti che gli errori non si notavano quasi, o che costituiscono il 10% della prova, quindi tendiamo ad eliminare automaticamente il 90% in cui siamo andati bene! Perché lo facciamo? Semplice, perché noi siamo i peggiori giudici di noi stessi! Tendiamo a criticare aspramente i nostri sbagli, sminuendoci e affossando sempre di più la nostra autostima.

Imparando a gestire il nostro dialogo interiore riusciremo a diminuire queste critiche e vivere con maggiore serenità, aspirando magari ad ottenere risultati migliori, comprendendo quindi che nessuno è perfetto! Gli errori ci sono e ci saranno sempre ma possiamo sempre scegliere di reagire in maniera positiva e imparare da essi, migliorandoci di volta in volta!

Vediamo elencati alcuni tra i principali vantaggi del padroneggiare il nostro dialogo interiore:

  • Aumentare la nostra Autostima. Scarica ora l’eBook gratuito TUA (Tecniche Uniche Autostima)!
  • Diminuire l’ansia e godersi maggiormente il presente
  • Sviluppare una maggiore consapevolezza di se stessi, imparando ad accettarsi e a migliorarsi
  • Si trova una maggiore gratificazione nella vita
  • Si riduce il senso di inadeguatezza e di solitudine
  • Riesci ad alzare l’asticella puntando su obiettivi più ambiziosi e appaganti
  • Gestisci meglio la tua reazione agli eventi, aumentando la tua resilienza e migliori le tue relazioni
  • Affronti meglio e superi le tue paure
  • Accetti il cambiamento nella tua vita per cogliere maggiori occasioni

Il potere del dialogo interiore

Ti interesserà sapere che oltre ai vantaggi sopra citati, un dialogo interiore positivo può influenzare enormemente la nostra vita. Vediamo alcuni esempi!

Prendi atto delle tue capacità: riconosci meglio il tuo potenziale e i tuoi limiti, intesi come sfide alla tua portata che puoi superare!

Organizzi meglio i pensieri: quando ad esempio imposti un impegno nella tua agenda mentale: “Tra poco ho la riunione per presentare i miei avanzamenti”.

Auto-motivazione: con un dialogo interiore positivo puoi allenare la tua forza di volontà per ottenere un determinato obiettivo: “Dai il massimo durante la partita. Tira la palla in porta!”, “Oggi sono riuscita a dire di no al dolce, sono fiera di me stessa!”, “Mangiando lentamente presterò maggiore attenzione sul mio corpo e sull’alimentazione”, “Ho un bel sorriso, oggi mi sento in piena forma!”

Gestione delle emozioni: il dialogo interiore è una grandissima opportunità che abbiamo per rielaborare le esperienze emotive della nostra vita, sfruttando la nostra Intelligenza Emotiva: “È normale sentirsi tristi in questa situazione, posso però imparare un’importante lezione cambiando i valori che finora ho seguito, trovando magari uno scopo significativo. Oppure quando si litiga col proprio partner: “Sono in preda alla rabbia, è meglio che mi fermi e mi allontani prima di dire qualcosa di cui facilmente me ne pentirei in un secondo momento quando sarò più calmo, ferendo una persona che amo, rischiando di perderla per sempre!”.

Spegni il dialogo interiore negativo imparando a controllarlo in 5 mosse

Bene, è giunta l’ora di vedere meglio tutte le tecniche, i consigli e le strategie utili che possiamo adottare per identificare e interrompere il dialogo interiore, trasformandolo in positivo e costruttivo! Diventando i nostri migliori Coach!

Nel vero dialogo, entrambe le parti sono disposte a cambiare.

Thich Nhat Hanh

1. Identifica il dialogo grazie alla Mindfulness

È proprio vero, la meditazione mindfulness rimane una delle pratiche migliori per aumentare la consapevolezza di noi stessi. Nel link sopra troverai maggiori approfondimenti, ma qui di seguito desidero darti i passaggi principali:

  • Trova un posto tranquillo, stacca le distrazioni (cellulare), chiudi gli occhi e inizia a respirare profondamente
  • Inspira dal naso, osserva come l’aria scende giù gonfiando il tuo addome, trattieni l’aria un secondo e osserva come fuoriesce dalla bocca
  • Appena ti senti rilassato ascolta il tuo corpo, osservalo, cerca di individuare le zone di calore, il contatto del dorso delle tue mani (ad esempio) poggiate sulle tue ginocchia. Esegui uno scanner mentale del tuo corpo, partendo dalla nuca e scendendo fino ai piedi
  • Prendi nota mentalmente di tutto quello che succede, di tutto quello che provi e che avverti, ma facendo sempre molta attenzione dall’astenerti dal giudicarti
  • Se nel frattempo la tua mente si distrae attratta come una falena dalla luce di un qualche pensiero, non importa, è normale, astieniti dal giudizio, prendine nota e riporta l’attenzione sul tuo corpo, dentro e fuori
  • Ora, ascolta quello che avviene fuori di te, nella tua stanza, che suoni ci sono? Spostati sempre più fuori, che rumori senti nella casa e poi, cosa senti fuori casa (traffico, persone, natura)?
  • Resta il più possibile ancorato al presente e goditi questa esperienza

Con il tempo e la pratica quotidiana sarai sempre più in grado di riconoscere il dialogo negativo quando si presenterà. Pensieri quali:

  • “Ho di nuovo sbagliato, sono inutile e davvero stupido”
  • “Ogni volta che ci provo sbaglio qualcosa e finisco per essere preso in giro da tutti”
  • “Non ho voglia, lo posso fare dopo, o magari domani”

2. Spegni il dialogo negativo

Una volta individuato il dialogo negativo, è tempo di esercitare la tua fermezza mentale dicendoti (mentalmente) un energico: Basta!. Rifletti bene su quello che stai pensando: come può esserti utile? Non è che stai probabilmente ingigantendo le cose, osservandole magari da un punto di vista sbagliato? Quali sono le cause?
Risali dunque alle origini di quel pensiero, ripercorri le tue esperienze e trova la sorgente di quel pensiero. Molto probabilmente scoprirai che all’origine c’è una convinzione limitante! Quindi leggi l’articolo in cui ti spiego come eliminare qualsiasi convinzione limitante in pochi minuti!
Ora che hai detto “Basta!” e hai interrotto quella spirale negativa di parole poniti le seguenti domande:

  • Cosa posso imparare da questa situazione?
  • Quali vantaggi ne posso trarre?
  • Quali sono le possibili soluzioni?

Immagina di essere la persona che più stimi e ammiri (reale o immaginaria non importa), mettiti nei suoi panni e chiediti cosa farebbe in questa situazione!

3. Non sono perfetto e va bene così

Ricorda che non si può vincere sempre, a volte si deve accettare anche la sconfitta, ma fintanto che puoi imparare qualcosa di nuovo, allargando i tuoi orizzonti non credi che possa considerarsi un successo? Ogni errore è un passo in avanti verso il nostro successo, sfruttandolo per imparare, per crescere e migliorarci!

Non ti arrendere! Renditi conto che tutti sbagliano, l’importante è non demoralizzarsi fino a impedirsi qualsiasi nuova azione!

La vera intelligenza risiede nella nostra capacità di adattamento e, durante questa crisi, è una preziosa lezione positiva che ognuno di noi ha imparato. Ognuno di noi ha dimostrato di avere questa capacità, te compreso!

Smetti di criticarti severamente, non te lo meriti, le uniche critiche che ti rivolgerai da ora in poi saranno solo costruttive, che ti aiuteranno e ti sproneranno a crescere e a migliorare sempre di più!

Continua a fare del tuo meglio fino a quando le cose non funzioneranno e, poi, continua a fare meglio! 😉

4. Parlati in terza persona

Come illustrato in uno studio del dottor Jason Moser, dell’Università del Michigan, quando affrontiamo e vogliamo spegnere il dialogo interiore negativo, dobbiamo usare la terza persona singolare.

Infatti quando cominciamo a criticarci e avviare il dialogo interiore negativo, ricorriamo sempre alla prima persona: “Sono veramente uno stupido”, “Non sono capace / Non ce la farò mai” e via dicendo.

Sforzandoci ad usare invece la terza persona singolare, per quanto ci possa sembrare strano, ci diamo un tono più autoritario, riuscendo così ad imporci meglio su noi stessi.

Un esempio potrebbe essere: “Albert ora Basta! Cerca di tranquillizzarti e di ritrovare il tuo equilibrio interiore! Smettila di continuare a dubitare di te stesso e di criticarti così aspramente, non te lo meriti! Ora ascoltami bene: tu vali e devi impegnarti a ricordartelo più spesso, dando un maggiore valore alle cose che fai!”

5. Esercizio per ricordarti quanto vali

Prenditi del tempo (almeno 20 minuti) e ripensa a tutte le volte che hai risolto brillantemente una situazione, quelle volte in cui ti sei sentito sicuro di te, in cui ti sei sentito orgoglioso di te stesso e delle tue scelte e azioni. Scava a fondo e ripensa ai tuoi successi, ci vorrà del tempo, ma li troverai! Metti in evidenza anche le tue qualità, magari la tua pazienza, o come hai risolto un litigio con un’altra persona, o ancora come gestisci le tue emozioni, o qualsiasi altra cosa che per te sia rilevante!

Scrivi tutto questo su un foglio, fai un elenco numerato di tutti questi casi, qualità, situazioni e rileggilo diverse volte durante la giornata!

Personalmente ti consiglio di leggerli sempre al mattino appena ti svegli e la sera prima di addormentarti, abbinando magari la tecnica del Priming.

Fallo per almeno un mese tutti i giorni e permettiti di entrare in uno stato d’animo positivo e altamente produttivo! Osserva poi i risultati, ogni nuovo caso di successo, o di cui ti senti fiero, puoi continuare ad appuntarlo su questo foglio!

Qualche indicazione:

  • Utilizza solo parole positive, concentrando così la tua attenzione su quello che desideri e non su quello che vuoi evitare (“In qualche modo trovo sempre una soluzione ai miei problemi”, “Riesco ad essere utile e di valore anche per altre persone grazie a questa mia abilità”)
  • Evita le negazioni in quanto il nostro inconscio rimuove il “non” e prende alla lettera quello che segue. Ad esempio “non voglio arrivare tardi”, diventa: “voglio arrivare tardi”
  • Parla sempre al presente come se stesse accadendo ora
  • Crea affermazioni brevi e semplici!

Concludendo

Quello che diciamo a noi stessi influisce sempre, in maniera decisiva sulla nostre decisioni, sulle nostre azioni e quindi, sulla nostra vita. Sia positivamente che negativamente è una nostra scelta! Che tu creda di potercela fare o no, hai comunque ragione! Questo è il tuo potere personale, la tua responsabilità, solo tu puoi cambiare in meglio la tua vita!

Non sarebbe più facile adottare un atteggiamento positivo alla vita, diventando i nostri migliori amici, i nostri più grandi Coach, motivandoci e spingendoci oltre i nostri limiti, invece di essere i nostri più grandi carcerieri?

Spero di averti fatto scattare la scintilla per spingerti a prendere in mano la tua vita!

Ti invito a scaricare ora, in maniera completamente gratuita, facilmente e velocemente la migliore guida sulla Autostima, con tantissime tecniche, consigli e trucchi psicologici per aumentarla!

Se desideri rimanere sempre aggiornato su argomenti di Crescita Personale e su come liberare il nostro potenziale, continua a seguirmi mettendo “Mi piace” alla pagina Facebook ufficiale.

Richiedi l’iscrizione al gruppo privato ed emotivamente protetto di EsplorativaMente in modo da condividere la tua esperienza e confrontarti con la più grande community di Esploratori ed Esploratrici da tutta Italia!

Con i pulsanti qui sotto hai l’occasione di condividere queste informazioni preziose con amici o parenti, contribuendo a migliorare anche la loro vita!

Alla prossima Esplorazione!

Lascia un commento

Albert

Albert lo Scimpanzé è l'autore principale del progetto EsplorativaMente. La sua conoscenza approfondita e la sua passione, lo portano a coprire diverse tematiche riguardanti la Crescita Personale, portando riflessioni e tecniche sulle potenzialità della nostra Mente.
Chiudi il menu