Vittimismo: qual è il modo migliore per riuscire a superarlo

La sensazione di essere stati vittima di qualcosa, di aver subito un “torto”, è molto più comune di quanto si pensa.

Incolpare un qualsiasi ente esterno è sicuramente più facile dell’ammettere i propri errori e le proprie mancanze. Per questo, il vittimismo resta uno degli atteggiamenti di difesa più diffusi in assoluto, capace di interessare sia la nuova che la precedente generazione.

Sotto molti punti di vista, non ci siamo mai liberati del vittimismo. Una parte della popolazione è sempre stata incline ad un certo tipo di reazione, rispondendo agli imprevisti come se il mondo avesse deciso di schierarsi contro di loro.

Eppure, superare il vittimismo è molto più semplice di quello che sembra. Bisogna riuscire ad individuare il giusto equilibrio, cercano di capire quando e perché si è realmente vittime di qualcosa.

Insieme proveremo a capire qual è il modo più giusto per reagire e liberarsi definitivamente dell’atteggiamento vittimistico.

Tabella dei Contenuti

3 Consigli pratici contro il vittimismo

Consigli pratici contro il vittimismo

I consigli possono essere seguiti da tutti, anche da chi di solito non assume l’atteggiamento tipico della vittima. Sappiamo che può capitare a tutti i rispondere in modo sbagliato alle difficoltà quotidiane, ma bisogna sempre guardare avanti ed imparare dai propri errori.

1# Analizzare razionalmente la situazione

Quando un evento ti riguarda in prima persona e senti di star attuato un comportamento di difesa potenzialmente vittimistico, fermati ad analizzare razionalmente la situazione.

Cosè successo davvero? Cera effettivamente qualcosa che potevi fare per cambiare il risultato finale?

Inizia a farti le domande giuste. Non chiederti perché il mondo è così crudele con te, ma accetta le cose così come sono ed impara a viverle con maggiore serenità. La differenza tra te e chi non soffre di vittimismo è la reazione agli imprevisti.

Più ti abbatti, più sarà difficile riuscire a risollevarsi e trovare una soluzione funzionale.

La positività può giocare un ruolo fondamentale nel superamento del vittimismo, soprattutto perché ti allontana dallidea che qualcuno stia agendo contro di te.

2# Accetta gli imprevisti

Un altro consiglio utile è quello di accettare il sopraggiungere degli imprevisti. Se il treno fa ritardo e ci impedisce di prendere la coincidenza facendoci fare tardi a lavoro, non è perché il mondo ha qualcosa contro di noi.

Nella vita ci sono situazioni ed eventi che non possiamo controllare in alcun modo, che sono totalmente estranei alla nostra sfera dazione. Prima accetterai la presenza degli imprevisti, prima riuscirai a concentrarti sul come risolverle la situazione.

Spesso, lunica cosa di cui abbiamo bisogno è un buon piano B, che sappia completamente eliminare la rabbia verso l’incidente appena capitato.

3# Prendere consapevolezza di sé

Un passo fondamentale nella lotta al vittimismo è la presa di coscienza. È giusto ammettere di essersi comportati in modo sbagliato, di aver affrontato le cose con atteggiamento vittimistico.

La consapevolezza ci aiuta a metabolizzare il problema e trovare un modo per combatterlo definitivamente. Voler imparare a combattere il vittimismo è già un importante segno di cambiamento, l’idea che qualcosa di sta trasformando realmente.

Non bisogna però affrettare troppo le cose. È giusto prendersi il proprio tempo, cercando di capire cosa ci spinge ad assumere un certo tipo di atteggiamento.

Perché ci sentiamo vittime? Qual è la causa scatenante del nostro errato meccanismo di difesa? Fintanto che la risposta a questi quesiti resta incompleta, è difficile che la situazione cambi in modo drastico.

Conclusioni

Affrontare le sfide quotidiane senza risentire del peso del vittimismo può trasformare completamente il proprio mondo di reagire alla vita. Un rinnovato senso di giustizia e tranquillità prenderà il posto della rabbia verso il mondo esterno, lasciandoci liberi di respirare.

Non cè un tempo limite per iniziare a sperimentare, a cambiare e lavorare su se stessi. Ciò che davvero è importante è farlo solo quando si è realmente pronti, quando la consapevolezza ha preso il sopravvento su tutto il resto.

Questo è lunico modo per ottenere un cambiamento sincero, reale e duraturo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari