Il segreto per stare bene con gli altri è stare bene con se stessi

Quante volte abbiamo sentito ripetere la frase: se prima non ti ami tu, nessuno potrà mai amarti.

Una verità amara, che non sempre ci piace accettare, ma che descrive perfettamente la realtà. Se non impariamo ad accettare ed apprezzare noi stessi, è molto improbabile che riusciremo a stabilire dei rapporti stabili e sinceri.

Ma perché la maggior parte delle persone si trova in questa situazione? Cosa ci spinge ad abbandonarci all’insicurezza e lasciare che sia qualcun altro ad amarci per entrambi?

Tabella dei Contenuti

La paura di deludere e disattendere

La paura di deludere e disattendere

La paura e l’incertezza sono due dei sentimenti più comuni a tutti gli essere umani, dall’infanzia fino all’età adulta. Cambiano le modalità ed i motivi per cui siamo spaventati, ma non l’angoscia interiore che si impossessa di noi.

Da grandi, siamo spaventati dalla possibilità di disattendere le aspettative altrui, dall’idea di diventare un peso, dall’idea di non raggiungere i giusti obiettivi.

Qualunque sia il motivo, la paura ci spinge a non essere completamente fieri di noi e a non stare bene con noi stessi.

E’ la causa di gran parte delle insicurezze, dell’imbarazzo che si prova quando si incontra una persona nuova. Non riusciamo ad essere noi stessi perché crediamo di non essere abbastanza, di non meritare l’attenzione altrui.

Quando saremo in grado di accettare la realtà e sentirci pienamente a nostro agio, i punti di forza del nostro carattere verranno fuori, permettendoci di costruire finalmente un rapporto onesto.

Come imparare ad amarsi

Come imparare ad amarsi

Imparare ad amarsi è un percorso lungo e complesso, che richiede anni e anni di duro lavoro. Non è qualcosa che si riesce ad ottenere in un secondo, ma non è nemmeno eccessivamente complesso.

In questo tipo di situazioni, il desiderio di crescere e di diventare “migliori” svolge un ruolo fondamentale. Senza volerlo davvero, non è possibile arrivare all’obiettivo finale.

Un’idea molto utile per arrivare alla completa accettazione del proprio io – sia esteriore che interiore – è passare del tempo in solitudine.

Il silenzio piacevole della solitudine aiuta a scoprire parti nascoste del proprio carattere, trovando risposte a domande che erano sempre state ignorate. Cosa vuoi diventare da grande? Quali sono le tue aspirazioni?

Prenditi del tempo per rivolgerti queste stesse domande e, contemporaneamente, accorda a te stesso delle vittorie. Sii fiero degli obiettivi che raggiungi e non pretendere di ottenere sempre di più.

La vera strada verso il successo è lastricata di fallimenti e di tanta forza, che scoprirai di avere a disposizione durante il percorso. Nessuno nasce perfetto, ma possiamo lavorare per arrivare alla versione migliore di noi stessi.

Stare bene con gli altri

Stare bene con gli altri

E allora perché stare bene con se stessi ci permette di stare bene con gli altri? Qual è l’associazione concreta tra queste due situazioni?

E’ abbastanza semplice; quando stiamo bene con noi stessi, non proiettiamo le nostre insicurezze sugli altri.

Le persone esterne non si trasformano in “strumenti di tortura” per punirci delle nostre mancanze. Allo stesso modo, siamo in grado di dividere i sentimenti sinceri che proviamo per loro dal nostro inconscio desiderio di essere amati.

Abbiamo il controllo della situazione, sappiamo esattamente cosa sta succedendo.

Lascia che ti faccia un esempio per chiarire meglio: una persona molto preoccupata dal suo aspetto estetico, potrebbe avere difficoltà a relazionarsi con qualcuno che reputa essere particolarmente “bello”.

Questo succede perché, la suddetta persona, non farà altro che proiettare la propria paura sull’interlocutore, punendosi interiormente per non essere altrettanto bella.

Una situazione simile può allontanarti dalla possibilità di stringere un rapporto sano e stabile, facendoti sentire a disagio e facendo sentire a disagio anche l’altra persona.

Chi parla con noi capta questo tipo di segali e, molto spesso, tende ad allontanarsi per proteggere se stesso.

Il difficile rapporto con se stessi può quindi influenzare significativamente i nostri rapporti con gli altri, portandoli a diventare sempre più complessi.

Eppure, non deve essere sempre così. Amare ogni parte del proprio corpo e del proprio carattere è la soluzione migliore per crescere e stabilire relazioni oneste, che saranno in grado di soddisfarti e di farti sentire amato.

Prova a concederti questa possibilità, così da scoprire qualcosa di nuovo su te stesso ogni giorno.

Conclusioni

Se ti capita di avere difficoltà a relazionarti con gli altri ti consiglio assolutamente di leggere (o rileggere) questo vero Capolavoro: Come Trattare gli Altri e Farseli Amici!

Sviluppa una maggiore consapevolezza di te stesso, dei tuoi punti di forza e dei tuoi punti deboli. In questo modo potrai lavorare meglio su questi ultimi, sfruttando a tuo vantaggio quelle che sono le tue capacità… E non dire che non ne hai, perché non ci credo! 😉

Al massimo non ci hai mai pensato, quindi prenditi del tempo e pensa a momenti in cui ti sei sentito fiero/a di aver fatto qualcosa, in cui hai ricevuto complimenti e via dicendo. 

SCRIVI TUTTO SU UN FOGLIO!

Inoltre ti consiglio questo semplice esercizio: Trova i tuoi VALORI Fondamentali!

Infine, ti invito al nostro gruppo privato dove potrai sentirti libero/a di esprimerti e condividere i tuoi pensieri, storia o emozioni!

Parlare e conoscere persone affini a noi è uno strumento potente per migliorare la nostra crescita!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Lascia un commento

Articoli correlati

Articoli popolari