Rita Levi Montalcini studio sulla Mente
  • Post author:
  • Post category:Successo

Chi era Rita Levi Montalcini? Come possono essere le sue ricerche importanti per il nostro percorso di Crescita Personale? Quali sono le riflessioni importanti che possiamo fare? Qual è il vero potenziale della nostra Mente?

Benvenuto/a Esploratore/Esploratrice in questo nuovo articolo dove andremo a rispondere a queste domande e ad esplorare più in profondità in quella che è stata la vita di una delle figure più importanti del nostro tempo.

Analizzeremo alcune delle sue più importanti riflessioni e il suo eccellente lavoro e studio sul più grande e potente strumento di cui disponiamo: il nostro Cervello

Cosa siamo davvero in grado di fare? C’è un limite al nostro potenziale?

Scopriamolo.

Leggimi: 

Prima di iniziare con l’articolo ti chiedo di dedicarmi ora, un secondo del tuo prezioso tempo. Se vedi il Box qui sotto, ti chiedo solo di lasciarmi un “Mi Piace“. Questo mi aiuterà a crescere e a produrre materiale sempre di maggior qualità per un numero superiore di persone! Te ne sono Grato! 

Un po' di storia: chi era Rita Levi Montalcini?

Quando avevo tre anni decisi che non mi sarei mai sposata.

Rita Levi Montalcini

Il 22 aprile del 1909 nasce a Torino una donna destinata a rivoluzionare, uscire dagli schemi e dare il proprio contributo al mondo intero: Rita Levi-Montalcini. Ci lascerà per sempre a Roma il 30 dicembre 2012, ovvero alla veneranda età di 103 anni!  

Fu una grandissima ricercatrice e accademica, la quale, già negli anni 50, dalle sue ricerche scoprì e identificò il “fattore di accrescimento della fibra nervosa (della struttura assonale)“, ovvero quella molecola proteica che regola la crescita degli assoni, soprattutto in età embrionale, sviluppando e formando il cervello. Ad oggi questa ricerca viene ancora portata avanti per contrastare malattie degenerative come il morbo di Alzheimer. Questa scoperta le venne riconosciuta e ricompensata con il premio Nobel per la medicina nel 1986.

Ma non solo… Il 1° agosto del 2001 viene nominata senatrice a vitaper aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale“, dall’allora Presidente della Repubblica: Carlo Azeglio Ciampi.

Come se non bastasse, nel corso degli anni ricevette numerosi altri riconoscimenti, fra i quali spiccano 5 lauree ad honorem.

Insomma, una vita costellata di successi e conquiste, scientifiche ma anche umane, e sociali!

La figura della Donna è centrale per il futuro

Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla se non la loro intelligenza.

Rita Levi Montalcini

Verissimo, soprattutto se teniamo conto dell’epoca storica in cui le donne non avevano ancora il diritto al voto. Anche per gli studi non era semplice. Parliamo del periodo delle 2 Grandi Guerre, e in quanto ebrea, in seguito alle leggi razziali del 1938, fu costretta a fuggire e a nascondersi per sopravvivere al grande olocausto.

Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società.

Nonostante questo, dichiarò: “Credo nelle donne, ma non credo nei movimenti femministi.“.

La sua è stata una rivincita sulla cultura e sulla società, rilanciando e affermando la figura della donna nella società.

La donna è stata bloccata per secoli. Quando ha accesso alla cultura è come un’affamata. E il cibo è molto più utile a chi è affamato rispetto a chi è già saturo.

Il suo pensiero è sempre stato rivolto più al futuro che al passato. Nella sua mente, la figura della donna è appunto centrale per assicurarci un futuro di pace. Questa ideologia trova numerose conferme oggi nel business, grazie a personaggi come Jack Ma, che sono riusciti a valorizzarla rendendola una figura chiave nel successo del suo business per i prodotti e i servizi verso al cliente.

Il futuro del pianeta dipende dalla possibilità di dare a tutte le donne l’accesso all’istruzione e alla leadership. È alle donne, infatti, che spetta il compito più arduo, ma più costruttivo, di inventare e gestire la pace.

Concludo questi suoi pensieri sulla valorizzazione della donna nella società sottolineandone l’importanza per la nostra sopravvivenza e per un futuro migliore per tutti quanti noi:

Per la componente femminile del genere umano è giunto il tempo di assumere un ruolo determinante nella gestione del pianeta. La rotta imboccata dal genere umano sembra averci portato in un vicolo cieco di autodistruzione. Le donne possono dare un forte contributo in questo momento critico.

Rita Levi-Montalcini

L'importanza dell'ottimismo nella vita

Forse io sono una innata ottimista, ma penso che ci sia sempre qualcosa che ci salva.

Rita Levi-Montalcini

Non credo che il caso esista, anche Einstein disse una cosa simile: “È meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.

Quindi se due grandi e illustri personaggi, considerati da tutti dei “geni“, affermano ciò non dovremmo concentrarci per cambiare la nostra mentalità? 

Leggi il mio articolo sui benefici e su come sviluppare un atteggiamento positivo

Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella “zona grigia” in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi.

Insegnamento sulla resilienza di Rita Levi-Montalcini

Non temete i momenti difficili, il meglio viene da lì.

Un effetto positivo dell’ottimismo? In realtà non ce ne sono molteplici:

Ma soprattutto, aumentiamo e fortifichiamo notevolmente la nostra capacità di Resilienza!

La nostra forza di volontà ci permette di tenere duro durante i momenti difficili, ma la capacità di “cadere 7 volte e di rialzarsi 8” è data dalla nostra resilienza

Sapevi che c’è un’arte giapponese (Kintsugi) che valorizza gli oggetti rotti con dell’oro? Questa è diventata nel tempo un’ottima metafora sul significato di resilienza.

Malgrado l’età io non vivo nel passato, ma nel futuro!

"Io sono la Mente"

Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.

Rita Levi-Montalcini

Per chi mi segue e ha letto i miei articoli sa quanto io sia affascinato anche dalle civiltà antiche. In particolare la comprensione e lo studio dei Principi Ermetici di Ermete Trismegisto

Ecco, in queste parole della Montalcini trovo ulteriori conferme nel primo dei loro principi:

Tutto è mente – L’Universo è mentale

La neuroplasticità del nostro cervello

Il cervello non ha rughe: se continua a lavorare sodo, si rinnova continuamente, anche dopo gli 80 anni e, a differenza di altri organi, può perfino migliorare.

Rita Levi-Montalcini

Oggi sappiamo, grazie ai recenti studi sulla neuroplasticità, possiamo confermare la magnificenza del nostro cervello. Esso lavora sempre al massimo delle proprie capacità, cercando di adattarsi sempre al meglio ai cambiamenti, colmando anche i “danni” che possono essere causati da un incidente, rafforzando, cambiando, adattando le nostre connessioni neuronali.

In sostanza, il nostro cervello non ha età, possiamo continuare ad allenarlo, migliorandolo, perfezionandolo sempre di più. 

Il nostro potenziale di miglioramento e di evoluzione è infinito.

Il cervello: se lo coltivi funziona. Se lo lasci andare e lo metti in pensione si indebolisce. La sua plasticità è formidabile. Per questo bisogna continuare a pensare.

Rita Levi Montalcini e i due cervelli

Il cervello arcaico ha salvato l’australopiteco ma porterà l’homo sapiens all’estinzione.  La scienza ha messo in mano all’uomo potenti armi di distruzione. La fine è già alla portata.

Il cervello arcaico, è quello che ci ha permesso di sopravvivere nel corso della nostra evoluzione, sfruttando al meglio le emozioni come la paura, per caricarci di adrenalina da usare per lottare o per scappare. Questo cervello tuttavia non si è mai davvero evoluto, non è razionale, è la nostra base primitiva, quello che alcuni definiscono il nostro “istinto di sopravvivenza“. 

La Montalicini, lo definiva il cervello “maligno“. Differente da quello “cognitivo“, sviluppatosi assieme al linguaggio e alla cultura.

Purtroppo buona parte del nostro comportamento è ancora guidata dal cervello arcaico. Tutte le grandi tragedie, la Shoah, le guerre, il nazismo, il razzismo – sono dovute alla prevalenza della componente emotiva su quella cognitiva. E il cervello arcaico è così abile da indurci a pensare che tutto questo sia controllato dal nostro pensiero, quando non è così.

Non siamo perfetti, ma possiamo sempre migliorare

Non è l’assenza di difetti che conta, ma la passione, la generosità, la comprensione e simpatia del prossimo, e l’accettazione di noi stessi con i nostri errori, le nostre debolezze, le nostre tare e virtù, così simili a quelle dei nostri ascendenti e discendenti.

Rita Levi Montalcini

La vita deve essere vissuta come un continuo progresso, una continua evoluzione, proiettandoci al futuro! Il lavoro su noi stessi è fondamentale per comprendere che la vita è un costante cambiamento, sta a noi adattarci per vivere una vita felice e appagante!

Qualunque decisione tu abbia preso per il tuo futuro, sei autorizzato, e direi incoraggiato, a sottoporla ad un continuo esame, pronto a cambiarla, se non risponde più ai tuoi desideri.

L'importanza dei valori fondamentali

Il male assoluto del nostro tempo è di non credere nei valori. Non ha importanza che siano religiosi oppure laici. I giovani devono credere in qualcosa di positivo e la vita merita di essere vissuta solo se crediamo nei valori, perché questi rimangono anche dopo la nostra morte.

Rita Levi-Montalcini

Come facciamo a distinguere le cose “giuste” da quelle “sbagliate“? Chi l’ha deciso?

Ognuno di noi dentro di sé, sa bene quando un’azione sia giusta e quando sia sbagliata. Personalmente ho ritrovato i miei valori fondamentali nella mia Crescita Spirituale. Credo infatti che il valore cardine sia di fare del mio meglio per offrire il miglior aiuto possibile alle persone che lo desiderano. Quando agiamo con il cuore in mano, lasciandoci guidare dal puro Amore, credo che le azioni saranno sempre quelle giuste. Agire nel rispetto di noi stessi, ma soprattutto in quello degli altri. Vivendo con umiltà, cercando sempre di migliorarsi, trovando sempre il bello in tutte le cose della nostra vita, concentrandosi su quelle per diffonderle.

Lo scopo ultimo di Rita Levi Montalcini

Lo scopo della vita è disinteressarsi di noi stessi e interessarsi al mondo che ci circonda.

Qual è il nostro scopo? Cosa desideriamo fare e lasciare alle generazioni future? Cosa possiamo fare per dare il nostro contributo attivo per portare una luce positiva in questo mondo? 

La mia risposta l’ho trovata nella Crescita Personale, e tu?

Affrontare la vita con totale disinteresse alla propria persona e con la massima attenzione verso il mondo che ci circonda, sia quello inanimato che quello dei viventi. Questo, ritengo, è stato il mio unico merito.

Il miglior augurio per il futuro dei "giovani"

Rifiutate di accedere a una carriera solo perché vi assicura una pensione. La migliore pensione è il possesso di un cervello in piena attività che vi permetta di continuare a pensare ‘usque ad finem’, ‘fino alla fine’.

Rita Levi-Montalcini

Lavorate per voi stessi, fate quello che vi appassiona e che metta sempre in moto il vostro cervello, la vostra creatività. La varietà di questo mondo ci offre una gamma infinita di opportunità da cogliere. 

Amare il proprio lavoro è la cosa che si avvicina più concretamente alla felicità sulla terra.

Un messaggio per il futuro dell'Italia

Non cancellate il futuro di tanti giovani ricercatori che coltivano la speranza di lavorare in Italia.

Rita Levi-Montalcini

Nonostante le leggi razziali, nonostante le difficoltà di essere donna, nonostante tutto, lei credeva in questo bellissimo Paese, patria dell’arte e della cultura. Terra di importanti personaggi storici come Leonardo da Vinci.

Proteggiamolo e difendiamo il nostro futuro. Uniti.

Bisogna dire ai giovani quanto sono fortunati a nascere in questo splendido Paese che è l’Italia.

Rita Levi-Montalcini

Un messaggio per l'umanità

Per me quello che conta, in una persona, non è che sia ebrea o cattolica, ma che sia degna di rispetto. E sono convinta che non esistano le razze, ma i razzisti.

Rita Levi-Montalcini

Apparteniamo tutti ad un’unica, grande e meravigliosa razza: quella Umana

Lottiamo per l’uguaglianza e per l’importanza della nostra vita, ogni Vita è preziosa.

Concludendo

Il corpo può morire. Ma restano i messaggi che abbiamo mandato in vita. Perciò il mio messaggio è questo: credete nei valori.

Rita Levi-Montalcini

Sposando questa idea ho creato EsplorativaMente, quello che voglio comunicare è un messaggio. Non importa la persona fisica che ci sta dietro, ognuno di noi ha la responsabilità della propria vita, delle proprie azioni e di fare del suo meglio per elevare la propria persona, contribuendo attivamente a migliorare la società e il magnifico pianeta sul quale viviamo.

Grazie!

Sono stata, in tutto, una donna fortunata. Non ho rimpianti.

(Al brindisi dei suoi 100 anni)

Vivi intensamente, goditi ogni attimo, non sprecare il tuo tempo prezioso e limitato. Non si vive di rimpianti! Assumi il controllo di te stesso, dei tuoi pensieri, sii felice, osa, sbaglia, ama, fallisci e rialzati, più saggio e più forte. Continua ad evolvere ed a migliorarti!

Cresciamo insieme

Se ti è piaciuto, aiutami a condividere questo articolo. Usa i pulsanti che trovi qui in fondo per mandarlo ai tuoi amici. Se non l’hai già fatto all’inizio, ti chiedo di nuovo di lasciare un “Mi Piace” alla pagina Facebook di EsplorativaMente

Unisciti anche tu al più grande gruppo di Esploratori ed Esploratrici di tutta Italia, in modo da aiutarci e sostenerci nel processo della nostra Evoluzione Personale. Richiedi l’iscrizione al nostro gruppo ufficiale, ogni anima che desidera lavorare su se stessa per migliorarsi è sempre la benvenuta!

Sono presente anche sui social Instagram e Twitter.

Ti Ringrazio di Cuore!

Buona Esplorazione!

Albert

Albert lo Scimpanzé è l'autore principale del progetto EsplorativaMente. La sua conoscenza approfondita e la sua passione, lo portano a coprire diverse tematiche riguardanti la Crescita Personale, portando riflessioni e tecniche sulle potenzialità della nostra Mente.
Chiudi il menu